Il bilancio dell’Arma: droga, preoccupa il numero degli assuntori segnalati in Prefettura. In aumento i furti e le frodi informatiche (VIDEO)

Presso il Comando Provinciale dei Carabinieri è stato presentato il report delle attività svolte nel 2021

Il Comandante Provinciale dei Carabinieri, il Colonnello Luigi Dellegrazie ha illustrato l’attività preventiva e repressiva del 2021. Lo ha fatto durante una conferenza stampa che si è volta nella mattinata di sabato 8 gennaio 2022.

«L’anno 2021, seppur in modo meno restrittivo rispetto all’anno precedente è stato comunque contraddistinto dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, soprattutto nei primi e negli ultimi mesi dell’anno solare. Le donne e gli uomini del Comando Provinciale Carabinieri di Campobasso hanno continuato fino ad oggi ad intraprendere ogni tipo di azione per contenere e limitare in ogni modo la diffusione del contagio.

Numerose sono state le attività che hanno visto il coinvolgimento dell’Arma per assicurare il rispetto delle le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria. Ma oltre a questo, i Carabinieri di Campobasso sono stati impegnati anche in tema di prevenzione e repressione dei reati senza ovviamente dimenticare quello che è fondamentale per l’Arma: mantenere il rapporto di vicinanza, di supporto e di attenzione alle varie comunità dislocate nella provincia attraverso i reparti.

Esaminando i dati statistici si ricava che nel corso del 2021 la provincia di Campobasso ha registrato un aumento dei delitti del 16,4% che sono passati dai 3.316 del 2020 ai 3.862 del 2021. Di questi ultimi per il 75% ha proceduto l’Arma dei Carabinieri.

In aumento anche il numero dei furti, che sono saliti del 23,3%, da 1.082 a 1.335 e di conseguenza l’aumento dei furti in abitazione è stato del 44,3% (241 nel 2021 a fronte dei 167 del 2020). incremento sicuramente favorito da una maggiore circolazione della popolazione rispetto ai rigidi periodi di Lock Down del 2020.

Le truffe e le frodi informatiche, confermando il trend nazionale, sono aumentate del 37,9% (passando da 440 a 607).

Le persone tratte in arresto sono state 124, di cui 62 da settembre a dicembre 2021.

Nell’ambito del contrasto dei reati inerenti gli stupefacenti i Carabinieri della provincia hanno tratto in arresto 22 persone, 55 sono state denunciate, mentre 231 (+61,5%) sono state invece le persone segnalate alla Prefettura quali assuntori.

Sono stati inoltre sequestrati 4376 gr. di sostanza stupefacente di vario tipo, nonché 42 piante.

L’Arma campobassana, quotidianamente impegnata nel controllo sul territorio, nel 2021 ha effettuato 25.136 servizi, assicurando la costante funzionalità dei reparti a sostegno della popolazione, nella salvaguardia della salute e per preservare la sicurezza pubblica.

Intensificata l’attività preventiva che trova il suo riscontro nei numeri: durante i servizi esterni i Carabinieri della Provincia di Campobasso hanno controllato 244.965 persone (il 38,1% in più rispetto all’anno precedente) e 158.227 automezzi (+ 21,2%). In tale ambito particolare attenzione è stata rivolta agli anziani ed alle vittime dei reati di genere, come evidenziato nell’allegato documento sulle fasce deboli; a seguire, l’elenco delle maggiori operazioni del 2021.

I dati così lusinghieri sono frutto di un’intensa attività preventiva e repressiva svolta su tutto il territorio della provincia dal Reparto Operativo, dalle 4 Compagnie e dalle 44 Stazioni, coordinata dal Comando Provinciale, in piena sintonia con le indicazioni pervenute dal Prefetto e dalla Procura della Repubblica.

FASCE DEBOLI

  • Codice Rosso

L’Arma dei Carabinieri nella Provincia di Campobasso, sempre particolarmente attenta a dare pronte ed efficaci risposte ai reati in danno alle persone vulnerabili, prosegue nell’impegno quotidiano profuso nell’ambito del Protocollo Operativo “Codice Rosso” in attuazione delle direttive sancite dalla Legge n. 69 del 2019.

L’impegno dell’Arma a tutela delle c.d. fasce deboli (donne, anziani, bambini, diversamente abili), viene attuato attraverso il lavoro dei militari delle Stazioni Carabinieri presenti sul territorio e alla presenza di personale dell’Arma specializzato operante a livello provinciale, appositamente addestrato e professionalmente qualificato per la trattazione di casi di “Violenza di Genere”. Ciò permette di recepire anzitempo i segnali di disagio delle vittime, permettendo la crescita della fiducia nelle Istituzioni e l’aumento delle denunce da parte delle vittime. Difatti i risultati sono evidenti nei dati relativi ai reati commessi nel 2021 nell’ambito di questa Provincia, dove i militari dell’Arma delle varie articolazioni provinciali hanno attivato 43 codici rossi, a seguito dei quali hanno:

  • deferite all’A.G. 43 persone, 9 delle quali in stato di arresto perché colte in flagranza di reato;
  • chiesti ed in parte ottenuti 6 provvedimenti cautelari di cui 5 custodie in carcere, 4 arresti domiciliari, 13 divieti di avvicinamento alle P.O. e 14 allontanamenti dalla casa familiare.

Quanto sopra riportato, evidenzia l’azione degli uomini dell’Arma nella Provincia di Campobasso, risultata decisiva, nel porre un argine a questa forma di violenza, che con il coordinamento dell’Autorità Giudiziaria, ha consentito di prevenire il degenerare della situazione critiche venutesi a creare e tutelare le vittime.

  • Truffe agli anziani

Su questo tema, sono stati predisposti una serie di incontri/seminari presso uffici comunali, circoli ricreativi, sedi di associazioni, chiese e oratori del capoluogo e degli altri Comuni dell’intera provincia al fine di divulgare semplici regole di comportamento, per evitare di finire nelle spire dei malintenzionati in casa, per strada, sui mezzi di trasporto, nei luoghi pubblici, o anche utilizzando internet.

Nei 24 incontri, che hanno visto la partecipazione degli Ufficiali e dei Comandanti di Stazione competenti per territorio, è stata registrata una grande affluenza ed un particolare interesse. L’obiettivo è stato quello di sensibilizzare gli anziani sul problema delle truffe nei loro confronti, fornendo utili consigli per prevenirle, anche con la diffusione di una pratica brochure,contenente indicazioni per difendersi dai malintenzionati. Un’opera di sensibilizzazione dell’Arma finalizzata a prevenire e contrastare l’esecrabile fenomeno delle truffe perpetrate ai danni degli anziani e volta a consolidare il tradizionale rapporto di vicinanza dell’Arma ai cittadini, con una particolare attenzione nei confronti di quanti si trovano all’interno delle fasce più deboli e indifese della popolazione. 

L’odioso e vile fenomeno ha visto e vede impegnato il Comando Provinciale di Campobasso non solo in questa attività di carattere preventivo, ma anche in una attenta attività repressiva, che ha visto nel corrente anno la ricezione di 20 denunce ed il deferimento all’Autorità Giudiziaria di 4 persone in stato di libertà, ritenute responsabili di truffe in danno di persone anziane nella nostra Provincia.

Qualora si voglia richiedere un incontro con gli anziani nel proprio comune ci si può rivolgere al comando stazione carabinieri più vicino, sia di persona che telefonicamente.

MAGGIORI OPERAZIONI DI SERVIZIO

L’anno appena trascorso è stato inoltre contrassegnato da importanti operazioni di servizio:

in ambito contrasto lotta agli stupefacenti:

  • 23 gennaio 2021: in Campobasso, militari della locale Compagnia CC – Sezione Operativa, deferivano in stato di libertà, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio un campobassano che, sottoposto a perquisizione personale d’iniziativa, veniva trovato in possesso di gr. 34,50 di marijuana e gr. 0,6 di cocaina, confezionati e ben occultati negli slip.
  • 25 gennaio 2021: in Montenero di Bisaccia (CB) e Petacciato (CB), militari della Compagnia CC di Termoli – Sezione Operativa, coadiuvati dai colleghi delle locali Stazioni CC, a conclusione di articolata e incisiva attività info-investigativa, nell’ambito dell’operazione convenzionalmente denominata “BELVEDERE”, finalizzata alla prevenzione e repressione di reati in materia di sostanze stupefacenti, traevano in arresto in flagranza di reato un albanese ed un foggiano ivi residenti, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio in concorso e detenzione abusiva di armi. A seguito di perquisizione domiciliare eseguita nell’abitazione dell’albanese venivano rinvenuti gr. 43,0 di hashish, gr. 1,60 di eroina, gr. 3,10 di marijuana, 1 bilancino elettronico di precisione, 1 cartuccia calibro 357 magnum, 2 noccoliere-tirapugni in metallo, 1 stella a cinque punte tipo “ninja”, 1 orologio da polso di pregio ed euro 515,00 in banconote di vario taglio. Nell’abitazione dell’altro uomo, inoltre, veniva rinvenuta 1 cassaforte al cui interno vi erano: 8 involucri in cellophane contenenti complessivamente gr. 156,0 circa di hashish, 1 petardo di grande dimensione, 1 pistola scacciacani priva di tappo rosso, 5 bilancini di precisione, nonché vario materiale per taglio e confezionamento di stupefacenti. L’attività d’indagine svolta nei comuni di Mafalda (CB), Montenero di Bisaccia(CB), Montecilfone(CB) e in Petacciato(CB) ha consentito di denunciare in stato di libertà altre otto persone resesi responsabili, in concorso tra loro, d’illecita detenzione, vendita e cessione, anche a soggetti minorenni, di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, eroina, hashish e marijuana. Nel medesimo ambito investigativo ulteriori 55 persone sono state segnalate alla Prefettura quali consumatori di sostanze stupefacenti.
  • 25 febbraio 2021:in Termoli (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Operativa, nel corso di servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, deferivano in stato di libertà un ventenne ed un trentenne del posto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione abusiva di armi in concorso, in quanto, a seguito di perquisizione domiciliare d’iniziativa, venivano trovati in possesso di gr. 4,70 di cocaina, gr. 2,30 di marijuana, gr. 0,50 di hashish, gr. 19,20 di sostanza da taglio tipo mannitolo, 2 bilancini elettronici di precisione, 2 coltelli a scatto, 1 coltello a farfalla e 3 coltelli a lama fissa.
  • 03 marzo 2021:   in Campomarino (CB), militari della Compagnia CC di Termoli – Sezione Operativa, nel corso di servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, traevano in arresto in flagranza di reato un quarantenne del posto, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, in quanto, a seguito di perquisizione personale, veniva trovato in possesso di 1 involucro in plastica contenente gr. 111,40 di cocaina, gr. 100 di hashish ed euro 315,00.
  • 26 marzo 2021:   in San Martino in Pensilis (CB) e Campomarino (CB), militari della Compagnia CC di Larino – Aliquota Operativa, coadiuvati dai colleghi delle locali Stazioni CC, a conclusione dell’indagine denominata convenzionalmente “ROBOCOP”, hanno eseguito tre misure di custodia cautelare (una in carcere e due agli arresti domiciliari) nei confronti di tre pregiudicati residenti nel “basso Molise”, resisi responsabili del reato di produzione, traffico e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana. A seguito di perquisizione domiciliare, effettuata durante l’esecuzione dei provvedimenti cautelari nell’abitazione, sita in San Martino in Pensilis (CB), di due coniugi pregiudicati a loro volta denunciati all’A.G. in stato di libertà, sono state rinvenute e sequestrate 12 piante di marijuana.
  • 29 marzo 2021:   in Termoli (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Operativa, a conclusione di attività di indagini, deferivano in stato di libertà una ventiseienne del posto per spaccio aggravato e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto veniva accertato che la stessa aveva spedito dall’ufficio postale di Termoli (CB) un pacco, utilizzando un falso nominativo mittente, contenente gr. 17,0 di hashish, occultati nelle cuciture di un accappatoio ivi contenuto, al proprio compagno detenuto nella casa circondariale di Perugia.
  • 15 giugno 2021:  in Lucito (CB), militari della locale Stazione CC, unitamente ai colleghi della Compagnia CC di Larino – Sezione Operativa, nel corso di servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, traevano in arresto, per detenzione ai fini di spaccio, un pregiudicato trentaquattrenne del posto, in quanto, a seguito di perquisizione domiciliare, venivano rinvenute in suo possesso n. 4 piante di marijuana con fusto di circa 1,5 metri, n. 3 piante in essiccazione e gr. 320 di foglie ed arbusti.
  • 09 luglio 2021:    in San Martino in Pensilis (CB), militari della Compagnia CC di Larino – Sezione Operativa, unitamente ai colleghi della locale Stazione CC, nel corso di servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, traevano in arresto un uomo ed una donna italiani ventottenni del posto per detenzione ai fini di spaccio, in quanto, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, venivano rinvenute in loro possesso: n. 2 piante di marijuana poste all’interno di una serra dotata d’impianto d’areazione, filtraggio, riscaldamento a mezzo lampade e fertilizzanti, gr. 335 di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento ed un “machete”, per il quale l’uomo veniva denunciato anche per possesso abusivo di armi.
  • 13 luglio 2021:  in Colletorto (CB), militari della locale Stazione CC, unitamente ai colleghi della Compagnia CC di Larino – Sezione Operativa, nel corso di servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, deferivano in stato di libertà un quarantatreenne italiano del posto, per detenzione ai fini di spaccio e detenzione abusiva di armi o munizioni, in quanto, a seguito di perquisizione domiciliare, venivano rinvenute in suo possesso n. 4 piante di marijuana con fusto di circa 80 cm., n. 2 involucri in cellophane contenenti semi di marijuana e n. 2 cartucce cal. 12.
  • 18 settembre 2021:  in Campobasso, militari della locale Compagnia CC – Sezione Radiomobile, corso servizio perlustrativo traevano in arresto in flagranza di reato, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, due cittadini stranieri incensurati ed appena maggiorenni, in quanto, visti aggirarsi con fare sospetto in una via del centro cittadino e sottoposti a perquisizione, venivano trovati in possesso di gr. 1 di marijuana e gr. 0,59 di hashish, unitamente a banconote di piccolo taglio per complessivi euro 450,00, verosimilmente provento dello spaccio. Successiva perquisizione estesa ai rispettivi domicili permetteva di rinvenire: n. 34 dosi di hashish, per un peso complessivo di gr. 33,08; n. 8 dosi di marijuana, per un peso complessivo di gr. 6.89; n. 1 pezzo di hashish per un peso complessivo di gr. 9,70; n. 2 bilancini di precisione; n. 2 coltelli intrisi di hashish ed altro materiale necessario per il confezionamento di dosi.

Sintesi delle principali attività di P.G. svolte dai reparti dipendenti nel periodo in esame

(reati contro il patrimonio e la persona)

9 gennaio 2021:            in Casacalenda (CB), militari della locale Stazione CC, a conclusione di immediate indagini di P.G., espletate a seguito di tentato furto in concorso di un rullo compattatore, hanno rintracciato e deferito all’A.G. in stato di libertà due uomini, di cui uno del posto, ed una donna, individuando l’autocarro utilizzato dotato di braccio meccanico.

11 gennaio 2021:          in Termoli (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Radiomobile, hanno deferito all’A.G. in stato di libertà quattro uomini originari di Maddaloni (CE), per concorso in possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli e circolazione fuori dai confini regionali e/o dagli orari consentiti, in relazione a D.P.C.M. 3 dicembre 2020. Suddetti, a seguito di un controllo eseguito nel corso di servizio perlustrativo notturno, venivano trovati in possesso di 8 chiavi alterate, 7 grimaldelli e numerosi arnesi atti allo scasso, custoditi all’interno dell’auto su cui viaggiavano.

2 febbraio 2021:            in Termoli (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Radiomobile, hanno deferito all’A.G. in stato di libertà tre uomini originari del foggiano per concorso in possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli e circolazione fuori dai confini regionali e/o dagli orari consentiti, in relazione a D.P.C.M. 3 dicembre 2020. Suddetti, a seguito di un controllo eseguito nel corso di servizio perlustrativo, venivano trovati in possesso di 3 cacciavite, di cui uno modificato, una chiave inglese ed un connettore “OBD” per collegamento a centraline elettroniche di veicoli, occultati all’interno dell’autovettura su cui viaggiavano.

18 febbraio 2021:          in Riccia (CB), personale della locale Stazione CC, a conclusione dell’attività d’indagine scaturita dal furto con destrezza perpetrato il 13 settembre 2019 ai danni della oreficeria “GENNARELLI” ivi ubicata, deferivano all’A.G. in stato di libertà due coniugi romani pregiudicati, ritenuti responsabili di furto con destrezza in concorso, ed un quarantenne romano per favoreggiamento personale. Dall’analisi delle immagini degli impianti di videosorveglianza presenti all’interno della oreficeria e per le strade comunali prospicenti l’attività commerciale, il personale operante identificava i predetti coniugi, nella circostanza dileguatisi a bordo di autovettura risultata intestata ed in uso al quarantenne romano e mai denunciata come rubata.

L’analisi dei tabulati telefonici suffragava ulteriormente gli indizi di colpevolezza in capo ai due coniugi che, inoltre, risultavano già denunciati per fatti simili.

8 aprile 2021:                in Termoli (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Radiomobile, nel corso di un servizio perlustrativo di controllo del territorio, hanno tratto in arresto un cittadino rumeno, per concorso in tentato furto aggravato, in quanto, a seguito di allarme pervenuto alla centrale operativa, veniva sorpreso all’interno di un’azienda e le immagini del sistema di videosorveglianza consentivano di accertare che l’uomo, poco prima, unitamente ad ignoto complice dileguatosi nelle campagne limitrofe, aveva danneggiato la recinzione metallica perimetrale introducendosi all’interno dell’azienda per perpetrarvi un furto, senza portare a termine l’azione delittuosa poiché interrotta dai militari operanti.

9 aprile 2021:                in agro di Montefalcone del Sannio (CB), militari del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo, con la collaborazione dei colleghi delle Stazioni CC di Trivento (CB) e Montefalcone del Sannio (CB), dopo tre giorni di intensi servizi di osservazione e controllo, rintracciavano e traevano in arresto un catturando cinquantaseienne originario di Roccavivara (CB), condannato all’espiazione della pena di anni cinque di reclusione e resosi irreperibile dal 31 marzo u.s..

17 aprile 2021:              In Montenero di Bisaccia (CB), militari della Compagnia CC di Termoli – Sezione Operativa, a conclusione di attività d’indagine, deferivano in stato di libertà un commerciante d’auto di Campobasso per incendio aggravato, tentata truffa aggravata ed invasione di terreni o edifici. Le indagini, scaturite dall’incendio, in seguito accertato essere di natura dolosa, sviluppatosi all’interno di un autosalone in Montenero di Bisaccia (CB), con il conseguente danneggiamento della struttura e la distruzione di varie autovetture, permettevano di appurare che il denunciato, previa stipula di polizza assicurativa per incendio, pochi giorni prima che il proprio autosalone venisse posto all’asta a seguito di pignoramento, parcheggiava 14 autoveicoli all’interno della suddetta area espositiva e, successivamente, introdottosi indebitamente all’interno dell’autosalone, dava alle fiamme le autovetture ivi presenti per poi inoltrare richiesta di risarcimento danni, omettendo di comunicare la perdita di proprietà dell’esercizio commerciale al fine di truffare la compagnia assicurativa.

20 aprile 2021:              in Larino (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Radiomobile, hanno denunciato all’A.G., in stato di libertà, un quarantenne pregiudicato del posto, per furto aggravato e resistenza a p.u., in quanto, nel corso di un controllo alla circolazione stradale lungo la SS. 647, non si fermava all’alt intimato e fuggiva dirigendosi in direzione Termoli (CB). Scaturiva un inseguimento al termine del quale il suddetto veniva fermato e trovato in possesso di kg. 70 circa di tondini in ferro e scarti di demolizione, asportati poco prima da un cantiere edile in Larino (CB).

13 maggio 2021:           in Termoli (CB), militari della locale Compagnia CC – Sezione Operativa, a conclusione di articolata attività d’indagine, deferivano all’A.G. in stato di libertà due uomini originari del napoletano, identificati quali autori della rapina perpetrata all’agenzia della banca Apulia di Termoli (CB) il 08.02.2019, nel corso della quale tre malviventi con volti travisati ed armati di taglierini, rubavano un ingente quantitativo di denaro.

29 maggio 2021:           in Petacciato (CB), militari della locale Stazione CC, in conclusione dell’attività d’indagine avviata in occasione del furto aggravato di una pisside, un calice placcato in oro giallo, un coperchio per fonte battesimale in rame e diversi contenitori in argento, perpetrato il 01 maggio 2021 all’interno della chiesa “Sacro Cuore” di quel centro, deferivano all’A.G., in stato di libertà, un sedicenne del posto. L’attività investigativa consentiva ai militari operanti di acquisire indizi gravi, precisi e concordanti, identificandolo quale autore materiale del reato.

16 giugno 2021:            in Castropignano (CB), militari della locale Stazione CC, deferivano all’A.G., in stato di libertà, un cinquantaduenne del posto ritenuto responsabile di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro. L’attività d’indagine trae origine dal controllo di due stranieri extracomunitari che riferivano di lavorare, uno dei quali privo di contratto di lavoro, presso l’azienda agricola di cui è titolare la madre dell’uomo, il quale, a sua volta, confermava di occuparsi della gestione dei dipendenti della predetta azienda.

25 giugno 2021:            in Campomarino (CB), militari della Compagnia CC – Sezione Operativa di Termoli, nel corso di mirati servizi di controllo del territorio ed attenta attività di osservazione, controllo e pedinamento, traevano in arresto, in flagranza del reato di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, un settantaduenne di San Severo (FG), sorpreso alla guida della propria autovettura mentre conduceva una ragazza ventottenne di nazionalità bulgara, dopo averla prelevata dal proprio domicilio in San Severo (FG), sulla strada S.S. 16 per praticare l’attività di meretricio. Accertamenti precedenti e successivi all’arresto consentivano, altresì, di appurare che l’uomo aveva già tenuto la medesima condotta delittuosa almeno in altre due circostanze nello stesso mese.

26 ottobre 2021:           in Campobasso, militari del Nucleo Investigativo – Reparto Operativo, davano seguito ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due donne, una arrestata e tradotta in carcere, l’altra sottoposta agli arresti domiciliari, resesi responsabili di tentata rapina aggravata in concorso e deferito in s.l. un terzo complice.

02 dicembre 2021:        in Tournai (BELGIO), la polizia Belga, in collaborazione con i Carabinieri della Compagnia di Larino, arrestano un latitante originario della bassa molisana, che dovendo espiare una pena detentiva di quasi 6 anni, si era rifugiato dapprima in Francia e poi in Belgio al fine di evitare l’arresto. Le indagini coordinate dall’A.G. e messe in atto dalla Compagnia di Larino, hanno consentito attraverso canali internazionali, l’individuazione del soggetto ed il relativo arresto. 25 dicembre 2021:     in Campobasso, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato per omicidio volontario commesso da un giovane ai danni di un cittadino per motivi ancora in fase di istruttoria».