Ientilucci (Assoconsum): situazione sanitaria al limite, crescono i timori in Basso Molise. Interventi tardivi

 «Emergenza Covid, la situazione sanitaria in tutta la regione è al limite. Questo a causa dei tardivi interventi. Purtroppo, a distanza di un anno dalla pandemia, è stato fatto poco o nulla e questi sono i risultati». A porre l’attenzione sulla “pressione” che interessa i nosocomi molisani è questa volta il presidente di Assoconsum Molise, Corrado Ientilucci. «C’era tutto il tempo, dopo la primavera scorsa, per prepararsi ad affrontare con minori disagi una seconda ondata e della terza ondata che ormai sta entrando nel vivo. Invece, e lo stato attuale lo dimostra, la ben nota querelle “Vietri sì Vietri no” ha solamente tardato altri tipi di interventi che avrebbero potuto evitare il verificarsi della situazione presente. Ad oggi, marzo 2021, ci troviamo con un ospedale a Larino, completo in ogni sua parte ma chiuso, e con un ospedale da campo nei pressi del San Timoteo e con l’ipotesi di montarne un altro a Isernia nel caso in cui la situazione dovesse ancora peggiorare. Per questa condizione – continua Ientilucci – ci sono delle responsabilità ben precise; mi auguro che si stia già facendo luce su una stato di oggettiva difficoltà che poteva essere evitato».