Iene contro Federfarma Molise, Toffa rinviata a giudizio

A seguito della udienza preliminare tenutasi stamattina dinanzi al G.U.P. del Tribunale Penale di Campobasso, sono stati rinviati a giudizi, per il reato di diffamazione aggravata, anche recata con il mezzo dello strumento televisivo, la giornalista de ?Le Iene? Nadia Toffa, l?autore delle puntate televisive Marco Fubini, il delegato al controllo televisivo delle trasmissioni Luca Titaboschi, nonch? il soggetto intervistato Stefano Rinaldi. Il processo inizier? il prossimo 18 marzo 2016.
La vicenda si riferisce alle trasmissioni televisive de ?Le Iene? , andate in onda nel marzo del 2012, nelle quali la Toffa, in merito alla introduzione nelle farmacie di una cosiddetta ?macchina obliteratrice?, affermava che i farmacisti non volevano usare tale strumento per ?consentire la prosecuzione di condotte illecite? e per la presenza di molti soggetti e categorie che ?sguazzano negli sprechi e nelle ruberie? (testualmente, come da capo di imputazione).
Il tutto, ?condendo? le trasmissioni con interviste al dottor Luigi Sauro, presidente di Federfarma Molise, articolando commenti dapprima raccolti e poi esposti ad arte ed in progressione, cos? ingenerando nel pubblico televisivo la convinzione, erronea, che la Federfarma Molise abbia difeso interessi illeciti, cosa assolutamente non vera.
All?epoca la Federfarma ricorse immediatamente al proprio legale di fiducia, Fabio Albino, che immediatamente provvide a denunciare la trasmissione, i suoi autori e la giornalista, tanto da ottenere l?iscrizione delle dette persone nel registro degli indagati, poi la conclusione delle indagini con il suindicato capo di imputazione, ed infine, proprio oggi, il rinvio a giudizio.