I ragazzi speciali alla prova pasticceria: tutto pronto per il concorso nazionale degli Alberghieri

In arrivo a Termoli 250 tra studenti e accompagnatori. Obiettivo: “Permettere loro di vivere una vita normale. Ma così facendo si aiuta anche il marketing territoriale”

Un concorso di pasticceria che nasce nel segno dell’inclusione “perché l’obiettivo è quello di permettere a tutti di vivere una vita normale”.

E’ stata presentata questa mattina, 23 maggio, presso l’Istituto Alberghiero di Termoli, la prima edizione del concorso di pasticceria nazionale per ragazzi speciali, una iniziativa che nasce appunto con l’obiettivo di una scuola di sempre maggiore inclusione.

250 le persone, tra studenti e accompagnatori, che arriveranno a Termoli per una due giorni che vuole essere anche di marketing territoriale “visto che avranno la possibilità di visitare Termoli e il Molise”, ha affermato il professore Maurizio Santilli, al suo fianco la preside Maricetta Chimisso, la responsabile dell’inclusione, Cinzia Grafone e lo staff dirigenziale, Maria Rosaria Musacchio, Maria Rosaria Russo e Annarita Ferrante.

“Il nostro istituto gioca un ruolo importante perché è una scuola che fa dell’inclusione non una attività collaterale ma il motivo stesso del fare educazione – ha affermato la Chimisso – pensiamo ad una società più giusta e più equa e per farlo abbiamo il compito di aiutare anche i ragazzi speciali”.

Una manifestazione che sicuramente tocca le corde dell’anima e dei sentimenti. “Si tratta della prima serie di eventi che comporranno il 35esimo della creazione della scuola. Noi abbiamo la fortuna di plasmare questi ragazzi per farli diventare cittadini del mondo”.

Un concorso che arriva a 5 anni di distanza dal quel 2017 che ha visto l’Alberghiero essere padrone di casa del primo concorso di pasticceria degli Alberghieri di Italia. “Sono due anni che siamo fermi a causa della pandemia – ha continuato Santilli – ma come responsabile internazionale del comparto scuola della Federazione abbiamo visto una evoluzione importante e abbiamo visto crescere il comparto.

Non vogliamo lasciare nessuno indietro. Per noi i ragazzi speciali sono la normalità. Non abbiamo e non ci poniamo limiti e nulla che ci impedisce di professare la nostra quotidiana professionalità nella formazione di tutti i nostri ragazzi.

E’ importante il confronto con le altre scuole. A Termoli arriveranno Istituti Alberghieri del Piemonte, della Lombardia, del Veneto e delle Marche, dell’Emilia Romagna, della Toscana, del Lazio, della Campania, del Molise, di Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Partire da lontano con i ragazzi speciali è molto complesso e devono necessariamente essere coinvolti anche i genitori. Il nostro territorio sarà visitato da molte famiglie che soggiorneranno in Molise per tre giorni e questo aiuterà anche il marketing territoriale”.

Un concorso che vede una giuria tecnica di alto livello con i ragazzi speciali divisi in 24 team che saranno chiamati alla preparazione di 6 dessert. “Sicuramente metteranno molto delle loro tradizioni e della loro cultura nelle preparazioni che andranno a realizzare”.

“Grazie alla propensione della scuola e con la collaborazione dei nostri docenti diamo la possibilità a questi ragazzi di mostrare abilità e conoscenze sempre più grandi – ha affermato la professoressa Grafone – grazie a questo progetto scopriamo anche dei talenti nascosti dei nostri ragazzi”.

Si inizia il prossimo 25 maggio con il concorso interno all’Istituto Alberghiero per proseguire, il giorno dopo, con quello nazionale.