I murales salvano la periferia, altre opere d’arte in zona S. Giovanni (FOTO E VIDEO)

Street Art a cura dell’Associazione Malatesta con l’artista Joys

La periferia che ambisce a tornare al “centro” dell’attenzione, che vuole e merita quel riscatto che spesso le istituzioni le negano. La periferia di Campobasso non si sottraae a questa logica di pensiero e, seppur differentemente da ogni altra periferia, affida ai colori della stree art il suo messaggio di condivisione. In questi giorni in via Marche, zona San Giovanni, working progress nell’ambito della rassegna Draw the Line la cui cura è dell’attivissima Associazione Malatesta che porta in città uno dei più talentuosi artisti.

Cristian Bovo, in arte Joys, si arrampica come un immaginifico uomo ragno, con l’aiuto di montacarichi, sulle pareti spoglie di edifici anonimi e li rende fertili, restituendo loro una sorta di dignitosa identità. Una parete inerte inizia a brulicare di vita proprio grazie alla sua cifra stilistica che da vent’anni a questa parte è stata traslata dall’Australia proprio da Joys nelle nostre periferie. Vederlo all’opera non desta particolare attenzione, ma man man che i colori prendono forma ricalcando il suo pensiero, la sua concezione di arte fatta per il popolo diventa realtà. Desta curiosità, nel caso di via Marche, come i residenti seguano con apparente indifferenza la nascita delle sue opere. Si respira una calma che altrimenti non esisterebbe dato che quella periferia in più occasioni ha fatto parlare in termini di disagio sociale.

Un murales non la salverà da tutto ciò, questo è chiaro, ma rappresenta l’inizio di una strada da percorrere affinché anche le sfumature di grigio delle nostre periferie possano restituirci emozioni brevi ma mai effimere.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com