Ha percepito il bonus Covid, parla Gravina: “Nessuno scandalo e gli enti comunali non sono casta”

Nella bufera per aver percepito il bonus Covid di 600 euro destinato alle partite Iva anche il sindaco di Campobasso Roberto Gravina del Movimento 5 Stelle. Che – da noi avvicinato telefonicamente perché di ritorno nel capoluogo – ha dichiarato di averlo fatto “per aiutare famiglie in difficoltà e sostenere il fondo Covid del Comune”. Per il primo cittadino “nessuno scandalo, si tratta di un’indennità che, nel caso specifico, è legata al fatturato, viene riconosciuta se si ha diritto e lo ha erogato la cassa forense. La beneficenza non si fa con i fondi pubblici, mi sono provato di quei fondi per destinarlo ad altro.”
E poi ancora “gli enti comunali non possono essere considerati casta, anche perché non percepiscono né trattamento pensionistico, né altre forme di retribuzioni: di tutto si può parlare con le amministrazioni locali fuorché di casta. Quindi sulle amministrazioni locali non attacca questa storia della casta”.

L’INTERVISTA IN ALTO