Guida in stato di ebbrezza, pugno duro dei carabinieri: oltre 400 le persone controllate

I Carabinieri della Compagnia di Isernia hanno dato attuazione, nel trascorso fine settimana, ad un servizio straordinario di controllo del territorio, articolato su diverse fasce orarie e finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati, nell’ambito del capoluogo e delle principali Statali e Provinciali.

Le fasi attuative del servizio hanno comportato l’impiego di 40 militari e di 20 veicoli impegnati principalmente nello svolgimento di posti di controllo, perquisizioni, controllo dei soggetti sottoposti a misure e verifica delle condizioni psico-fisiche legate all’abuso di bevande alcoliche o all’uso di sostanze stupefacenti da parte dei conducenti. Durante le operazioni, sono stati:

  • identificati 400 soggetti e controllati 295 veicoli;
  • contestate nr. 36 infrazioni al codice della strada per un ammontare di oltre € 3.000, per svariate infrazioni al codice della strada legate, prevalentemente, alla sicurezza stradale degli utenti e principali cause di incidenti stradali. Tra queste: mancato uso delle cinture di sicurezza, mancata revisione del veicolo, sorpasso in punto vietato e uso del telefono cellulare durante la guida.
  • denunciati in stato di libertà 7 soggetti ed in particolare:
  • un 30enne campano, per porto ingiustificato di un’arma bianca, poiché trovato in possesso di coltello a serramanico. All’uomo, inoltre, veniva comminata una sanzione amministrativa di oltre 5.000,00 euro per guida senza patente, perché mai conseguita;
  • un minore è stato sorpreso nel capoluogo alla guida di un motociclo rubato poco prima e quindi segnalato alla competente Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni per furto, mentre il mezzo è stato restituito al proprietario;
  • ad Isernia e Sessano del Molise, due soggetti sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, sono stati denunciati alla locale Procura per evasione poiché si erano allontanati dal domicilio;

tre soggetti, infine, sono stati denunciati alla Procura poiché, alla guida dei rispettivi veicoli, sono risultati avere un tasso alcolemico di gran lunga superiore al consentito. A tutti gli interessati è stata ritirata la patente di guida che sarà oggetto di sospensione da parte della Prefettura competente.