Grande partecipazione per gli incontri “Genitori in gioco… tra regole e trasgressione”: organizzati dall’Istituto “Don Giulio Testa di Venafro”

Gli incontri sono organizzati dall’Istituto “Don Giulio Testa di Venafro”

Camera di Commercio – SPID

REDAZIONE

Prosegue con successo il ciclo di incontri del progetto “Genitori in gioco… tra regole e trasgressione” promosso dall’Istituto comprensivo “Don Giulio Testa” di Venafro e diretto dal preside Marco Viti. Ad oggi sono tre gli incontri che si sono susseguiti e che hanno accolto una grande partecipazione da parte di genitori e alunni: “Cyberbullismo: come difendersi dalla rete” con il M.llo Panfilo Forgetta, vice comandante della locale stazione dei carabinieri; nel corso del secondo incontro si è invece parlato di “Comunicazione efficace tra genitori e figli” con la dottoressa Maria Immacolata Palmese. Un percorso, quello promosso dall’Istituto Testa, che mette al centro dell’ attenzione il rapporto genitori-figli /genitori-scuola non solo da un punto di vista teorico, ma anche concreto. I corsi, infatti, sono intervallati con un laboratorio genitori-figli utile a rinforzare il rapporto scuola-figli-genitori. Dopo il terzo incontro tenutosi presso la scuola secondaria di primo grado di Sesto Campano qualche giorno fa “Adolescenza e comportamenti a rischio” e che ha visto come relatrice la presenza della dottoressa Fabiola Petrarca, venerdì 17 maggio si affronterà un tema molto importante e fortemente condiviso: “Dare regole… e concordare regole” sempre con il supporto della relatrice dott.ssa Maria Immacolata Palmese. Nelle prossime settimane seguiranno altri seminari che porteranno queste tematiche tra i banchi della scuola secondaria di primo grado di Sesto Campano.

Camera di Commercio – SPID

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli