Giustizia per Mario Paciolla, la vicinanza del Comune di Campobasso (VIDEO E GALLERIA FOTO)

I genitori, a un anno dalla scomparsa, hanno raccontato la storia del giovane cooperante Onu

A maggio scorso il Consiglio comunale di Campobasso ha approvato, all’unanimità, una mozione presentata dai consiglieri del Pd riguardante Mario Paciolla, il giovane cooperante Onu in Colombia, originario di Napoli, che fu trovato impiccato nella sua casa di San Vincente del Caguan il 15 luglio 2020. Per questo nella mattinata odierna, giovedì 22 luglio, presso la Sala Civica, al piano terra di Palazzo San Giorgio, il Comune di Campobasso ha accolto i genitori di Mario Paciolla, invitati dal sindaco, Roberto Gravina, e dal Consiglio Comunale per raccontare la storia del loro figlio Mario. Alla conferenza stampa sono Intervenuti insieme ai genitori di Mario Paciolla, il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, il presidente del Consiglio Comunale, Antonio Guglielmi, la rappresentante della rete Paciolla per Campobasso, Paola Mitra, il rappresentante di Amnesty International, Adelindo Di Donato, e i capigruppo dei partiti presenti nel Consiglio Comunale di Campobasso.