Giornata della Memoria, tutti gli appuntamenti

BIBLIOMEDIATECA COMUNALE – CAMPOBASSO
In occasione della Giornata della Memoria, da mercoled? 27 gennaio e fino al 3 febbraio 2016, nell’atrio d’ingresso della BiblioMediaTeca comunale di Campobasso in via Alfieri, sar? liberamente visitabile un’esposizione in venti tavole che spiega come venne realizzato, da chi e perch?, il pi? grande falso documento antisemita della storia, ovvero i Protocolli dei Savi di Sion.
“Il Popolo del Libro e i falsi Protocolli”, questo il titolo dell’esposizione, prova a chiarire in modo semplice ed immediato come la pi? grande falsificazione propagandistica antisemita, redatta da un agente della polizia segreta russa sul finire del 1800, nonostante la pi? volte comprovata falsit?, venne utilizzata in tutta Europa per legittimare lo sterminio degli ebrei, alimentando, in definitiva, la creazione di un mito che spian? la strada alla Shoah. Nella Germania nazista i Protocolli divennero parte dello sforzo propagandistico per giustificare la persecuzione ebraica e furono imposti come lettura obbligatoria per gli studenti tedeschi.
L’iniziativa di carattere informativo e didattico ? ideata e realizzata dal personale della BiblioMediaTeca comunale con il sostegno dell’assessorato alla Cultura del comune di Campobasso.

falsi protocolli

I.I.S “PERTINI” – CAMPOBASSO
In occasione della Giornata della Memoria, l?I.I.S. Pertini di Campobasso ha organizzato, col patrocinio del Comune di Campobasso, un interessante ed attuale incontro-dibattito presso l?auditorium di via Scardocchia dal titolo: ?L?Europa non dimentica. Shoah e moderni genocidi ai confini dell?Europa?. Il programma prevede la partecipazione e l?intervento del presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, del sindaco di Campobasso Antonio Battista, della dirigente scolastica, Marialuisa Forte, dell?Ufficio scolastico regionale nella persona del dottor Colombo, del pastore della Chiesa Valdese del capoluogo Anziani e della presidente dell?associazione ?Dalla parte degli ultimi?, Costa. Ad accompagnare l?incontro il coro dell?I.I.S. Pertini e le letture degli studenti degli istituti Pertini, Montini, Cuoco. A conclusione le testimonianze dei beneficiari del progetto Sprar della Provincia accompagnati dalla musica degli studenti.

PREFETTURA DI CAMPOBASSO
Alle 10.30 di domani, presso il Salone d?Onore del Palazzo del Governo, in occasione della celebrazione del ?Giorno della Memoria?, avr? luogo alla presenza delle autorit? militari e civili, la cerimonia di consegna delle Medaglie d?Onore, concesse dal Presidente della Repubblica a tre cittadini internati nei lager nazisti. Saranno insigniti del riconoscimento i signori Michelangelo Ferretti, Nicola Scarano e Giuseppe Zingaro. Parteciper? alla cerimonia una rappresentanza degli studenti del Liceo Scientifico Statale ?A. Romita? di Campobasso con letture di brani e commento musicale.

COMANDO REGIONALE DEL MOLISE DELLA GUARDIA DI FINANZA – CAMPOBASSO
In occasione delle manifestazioni celebrative del Giorno della Memoria, commemorato a livello internazionale nella giornata del 27 gennaio in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, il procuratore Capo della Repubblica presso il Tribunale di Isernia, Paolo Albano, interverr? domani presso il Comando Regionale del Molise della Guardia di Finanza, a Campobasso, per presentare alle Fiamme Gialle molisane il libro ?La strage di Caiazzo 13 ottobre 1943?, realizzato in collaborazione con il giornalista Antimo della Valle.

ISTITUTO “MAJORANA-FASCITELLI” – ISERNIA
Il teatro come strumento del ricordo: ? questo il modo scelto dall?Istituto ?Majorana-Fascitelli? di Isernia per tenere fede all?impegno di non far cadere nell?oblio quanto di orrendo ? accaduto nel secolo scorso. Infatti, in occasione del Giorno della Memoria, gli studenti del Laboratorio teatrale metteranno in scena nella sala del Cinema Lumi?re lo spettacolo ‘Ombre’ di Giovanni Gazzanni. All?evento parteciperanno 430 studenti: lo spettacolo andr? in scena due volte, alle ore 9,00 ed alle ore 11,00.
?Quando mi fu possibile salvare un uomo, lo feci”, cos? la protagonista, una delegata della croce rossa, cerca di giustificare le proprie azioni, di discolparsi, di rincuorarsi pensando di aver rispettato le regole. Prova a convincersi di non avere responsabilit? dirette, parla alla sua coscienza che non le d? tregua. La donna si sente impotente di fronte alla recita organizzata dal comandante/reggente del campo di concentramento, presentato come un paese qualsiasi con un sindaco ed una vita quotidiana fin troppo normale. La ridente cittadina circondata da filo spinato nasconde gli orrori pi? reconditi della guerra e la donna impotente non pu? altro che fermarsi all?apparenza, alla maschera che indossano tutti uomini, donne, bambini che recitano per aver salva la vita. Le loro speranze sono riversate tutte nella riuscita della messa inscena, la loro finta felicit?, il loro apparente benessere ha lo scopo di convincere la donna.
Lo spettacolo vuole sensibilizzare le nuove generazioni su argomenti che rischiano, se non si ha memoria, di essere solo pagine sbiadite all?interno dei libri di storia, cercando di mettere in risalto i diversi punti di vista dei personaggi: dalla Delegata della Croce Rossa, al Comandante del campo di concentramento, al disagio del sindaco Gottfried, alla finta normalit? dei prigionieri, fino ad arrivare alla bambina che nella sua ingenua spontaneit? avr? il compito di essere la Verit?.

ombre