Giornata della Memoria a Fossalto, ricordata la figura di Cesare Polacco (FOTO)

In occasione della giornata della memoria che si è celebrata mercoledì 27 gennaio, il Comune di Fossalto, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo “G. Barone”, ha organizzato un evento per approfondire il tema della Shoah e la storia di Cesare Polacco, attore e doppiatore ebreo che, per scampare al pericolo nazista, ha trovato rifugio anche a Fossalto (in basso la galleria fotografica). Dopo l’introduzione al tema da parte della professoressa Maria Assunta Vacca, ad intervenire è stata Silvia Haia Antenucci, responsabile dell’Archivio Storico della Comunità Ebraica di Roma che ha sottolineato l’importanza della “Giornata della Memoria” e del grande ruolo svolto dalle tante persone che hanno aiutato molti ebrei a salvarsi dai campi di concentramento. Un racconto, molto toccante, è stato offerto anche da Marina Polacco, una delle figlie di Cesare Polacco. Marina Polacco con grande emozione ha raccontato alcuni spaccati della sua infanzia nel corso del secondo conflitto mondiale e alcuni aspetti della storia del padre. Grande emozione a nome di tutti è stata espressa dalla preside, Agnese di Blasio, che ha affermato: «Sentire il racconto da chi ha  vissuto direttamente alcune esperienze è ancora più emozionante. Speriamo di inculcare, attraverso questi momenti, dei valori più forti alle nuove generazioni». Tra le due testimonianze anche un intervento del sindaco di Fossalto, Saverio Nonno, che ha ripercorso l’iter che ha condotto il comune a scoprire la storia di Cesare Polacco e dell’accoglienza che ha ricevuto a Fossalto. Alle 12.00 è stato osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime. Tante domande da parte degli alunni della scuola di Fossalto che, tra le altre cose, hanno invitato Marina Polacco a visitare di persona Fossalto una volta terminata l’emergenza epidemiologica. La giornata si è conclusa con un saluto che funge da augurio di speranza da parte di Marina Polacco: “La pace sia con voi”.