Giornata dei Giusti dell’umanità, protagonisti gli alunni bojanesi

BOJANO. Presso le classi dell’IISS di Bojano è stata commemorata la Giornata dei Giusti dell’umanità. La definizione «Giusto tra le Nazioni», è tratta dalla letteratura talmudica (trattato Baba Batra, 15,2). Infatti, il termine Gentile giusto è utilizzato nella tradizione ebraica per indicare i non ebrei che hanno rispetto per Dio. Il Parlamento italiano con la legge n. 212 del 20 dicembre 2017 ha istituito questa giornata con la finalità di mantenere viva e rinnovare la memoria di quanti, in ogni tempo e in ogni luogo, hanno fatto del bene salvando vite umane, si sono battuti in favore dei diritti umani durante i genocidi e hanno difeso la dignità della persona rifiutando di piegarsi ai totalitarismi e alle discriminazioni tra esseri umani. In particolare, la suddetta Legge individua nelle Istituzioni scolastiche le sedi privilegiate per l’educazione e la formazione per far conoscere alle giovani generazioni le storie di vita dei Giusti, a renderli consapevoli di come ogni persona debba ritenersi chiamata in causa, in ogni tempo e in ogni luogo, contro l’ingiustizia, a favore della dignità e dei diritti umani, in difesa del valore della verità. Agli alunni bojanesi è stato proposto un laboratorio di educazione civica “L’altra faccia della medaglia”, coordinato dalla prof.ssa Italia Martusciello che è stato pubblicato a livello nazionale da Gariwo con la seguente motivazione: “Abbiamo deciso di pubblicarlo sul nostro sito, alla pagina educazione nella sezione i vostri contributi, per dare risalto al grande lavoro svolto e con la speranza che possa essere preso a modello dalle tante scuole che ci seguono”. Inoltre agli studenti è stato anche proposto di adottare un Giusto tra le Nazioni, attraverso un certificato di adozione e l’impegno di custodire nella memoria il/la Giusto/a tra le Nazioni. E intanto nell’area verde dell’IISS di Bojano continua a crescere l’albero della memoria dedicato al compianto Giovanni Tucci, da poco scomparso. Al laboratorio di educazione civica hanno partecipato anche il prof. Daniele Muccilli e le professoresse: Berardina Spinelli e Stefania De Gregorio. Il percorso è stato particolarmente apprezzato anche dal Dirigente scolastico, Dott.ssa Antonella Gramazio.

Gianluca Caiazzo