Giorgio Marone lascia col “botto”

Meetness

Giorgio Marone, 57 anni, ingegnere, ex direttore generale di Molise Acque, solo da qualche mese nominato dirigente dell’ufficio tecnico comunale di Isernia, quasi certamente andrà via dal capoluogo pentro.

E non è una bella notizia. Marone, in poco tempo, aveva rimesso in funzione una macchina burocratica che non aveva mai brillato per velocità ed efficienza. Grazie alla sua esperienza e alle sue competenze, aveva rivitalizzato una macchina burocratica che non aveva mai brillato per tempestività.

A scatenare il finimondo a Palazzo San Francesco una delle sue ultime decisioni: la direttiva con cui ha fatto ruotare i funzionari (cosa peraltro prevista dalla legge anticorruzione). Non lo avesse mai fatto, è partita subito una reazione tesa a difendere competenze, ma anche privilegi consolidanti. Uno degli aspetti delle sue disposizioni che più ha creato subbuglio è stata la decisione di restituire parte delle sue funzioni precedenti a Roberto Bucci.

Si tratta dell’architetto comunale coinvolto nell’inchiesta Larus, ma ancora non rinviato a giudizio e ancora non processato, né tanto meno condannato. Apriti cielo: è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso e si è scatenata una pesantissima polemica nei confronti di Marone che, senza dubbio, sarà un decisionista, ma sicuramente ha voluto migliorare un servizio, valorizzando le competenze professionali. Contro Marone i vertici burocratici e politici del Comune.

Come finirà? Presto detto Marone, che nel frattempo ha vinto il concorso da direttore generale dell’acquedotto di Chieti, non ha più motivi per restare a Isernia, nonostante qui viva la sua famiglia. Aveva chiesto il part time al Comune per lavorare metà settimana a Chieti e metà a Isernia, ma per come si sono messe le cose è difficile che si possa ricucire. Intanto l’ingegnere ha preannunciato una conferenza stampa d’addio per il 31 maggio e sicuramente sarà una conferenza col botto.

 

Meetness

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli