Giallo al Porto di Termoli, recuperato un cadavere (video)

Un fitto alone di mistero circonda il caso del ritrovamento in mare di un cadavere in una zona del Porto di Termoli nei pressi dell’imbarco per le Isole Tremiti. La zona è stata delimitata e resa off limit dagli uomini della Capitaneria che coordinano assieme ai Vigili del fuoco le operazioni di recupero e ricostruzione dei fatti. Secondo le prime indiscrezioni si tratterebbe di un italiano, un operaio edil. Il corpo è stato recuperato e trasportato nella zona dei cantieri Marinucci.

Aggiornamento – E’ un 47enne di Pietramontecorvino, in provincia di Foggia l’uomo che è stato trovato senza vita nello specchio di acqua al porto di Termoli. Si tratta di un 47enne con problemi personali che non lavorava nell’area portuale e non lavorava a Termoli. Aveva con sé i documenti ed è grazie a questi che è stato possibile il riconoscimento del corpo. Stando ad una prima ispezione cadaverica pare che sul corpo dell’uomo non ci fossero segni di violenza, è per questo che tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti c’è anche la possibilità di un gesto volontario alla base del decesso. Le indagini vanno avanti a 360 gradi per ricostruire le ultime ore di vita del 47enne.