Giallo a Sessano, tre gatti uccisi in una settimana

L’esame sulle carcasse escluderebbe la morte naturale o l’aggressione di altri animali

Bricofer

Tre gatti ammazzati in meno di una settimana. È questo il record negativo che ha fatto registrare nei giorni scorsi Sessano del Molise. Tre piccoli felini uccisi dolosamente, per mano umana. Ora una parte dei cittadini del paese in provincia di Isernia non ci sta e chiede alle istituzioni un intervento immediato affinché cessi questo sterminio. A detta degli stessi le morti sarebbero state fatte passare per tragiche fatalità, scaricando la colpa a un branco di cani randagi che gira per il paese.

Ma alcuni cittadini, indignati per quanto accaduto non ci stanno e assicurano: «I gatti non sono stati aggrediti dai cani, per di più molto mansueti, ma dietro c’è lo zampino dell’uomo». Le carcasse dei tre gatti sarebbero state rinvenute in tre zone differenti del paese e consegnate agli enti preposti che dovranno stabilire l’esatta causa della morte. Ma i primi risultati escluderebbero la morte naturale o dovuta all’aggressione da parte di altri animali. Quanto accaduto è stato segnalato all’autorità giudiziaria competente che ora dovrà capire cosa sia accaduto nel centro in provincia di Isernia. Non nuovo, a detta degli stessi cittadini che hanno segnalato l’increscioso fatto, a questi avvenimenti: «Negli anni precedenti, hanno dichiarato in merito, sono state rinvenute diverse esche, realizzate sia con il veleno che di natura meccanica. Ora basta, chi di dovere vigili su quanto accade in paese».

Bricofer

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli