Furti, occhio ai Social! I ladri ci spiano anche sulla Rete

Furti: chi l’avrebbe mai detto che la statistica potrebbe anche giungere in nostro soccorso per aiutarci a capire l’andamento di questo fenomeno che negli ultimi due mesi sta assumendo le proporzioni di una emergenza?

Eppure proprio secondo studi statistici pare che l’ora più a rischio sia quella che precede la cena, quando le case spesso sono ancora vuote, i genitori sono ancora al lavoro e i figli impegnati nelle più varie attività. E pure i vicini sono meno presenti, presi pure loro dalle attività quotidiane.

Le zone più colpite sono quelle maggiormente urbanizzate con vicine vie di fuga degne di questo nome (tangenziali?) dove basta spingere di più sull’acceleratore per mettere subito una distanza di sicurezza con i possibili inseguitori. Insomma una vera spina nel fianco per inquilini e forze dell’ordine I ladri sono sempre in agguato e il loro mestiere, prima di preparare un furto, è quello di monitorare la proprie vittime. Solitamente i ladri preparano i loro colpi e poi li attuano usando varie tecniche. Così, oltre ad attuare i consigli degli esperti per tutelare maggiormente la propria abitazione bisogna stare attenti anche ai nostri social network. Ecco una serie di consigli utili per tutelare la propria sicurezza.

Non indicare la propria posizione nei post (si può mettere una foto di una piazza nota senza necessariamente registrarsi in quel luogo, specie se si abita fuori di quella città. Di fatto si sta dicendo ai ladri che si è fuori casa in quel momento).

Se si parte per una vacanza, non dire la data di partenza o di arrivo (esempio: “Che bello si parte! Per una settimana vado al mare!).

Evitare foto che ritraggono l’interno delle proprie abitazioni: ogni immagine è una fonte gratuita di informazioni per i ladri riguardo la nostra casa.

Evitare di dire se si è installato un sistema di videosorveglianza, un videocitofono, un allarme o altro genere di dispositivo di sicurezza: state svelando i vostri sistemi di difesa.

Evitare foto dove si indossano gioielli o orologi o altri preziosi: è presumile che vengano conservati in casa. Quindi non date modo ai ladri di quantificare il possibile “bottino”.

Evitate di fotografare l’ultimo televisore al plasma che vi hanno regalato o il pc di ultima generazione; anche in questo caso, infatti, si forniscono informazioni utili ai ladri.

Stesso discorso per foto dove si vedono porte o finestre: chi è del “mestiere” si può fare un’idea di che tipo di infissi o porte avete e come potrebbe aprirle.

Se volete passare una serata in tranquillità in casa, non dovete necessariamente dirlo sui social: anche in questo caso, infatti, state dicendo che c’è solo una persona in casa.

Le vostre faccende tenetevele per voi: dire “che noia la fila in banca”, ad esempio, conferma ai ladri la vostra assenza da casa. Insomma, meno informazioni possibili sui social su dove vi trovate, cosa state facendo, quando, con chi e cosa tenete in casa. Considerate sempre che dall’altra parte non ci sono sprovveduti. Non spianiamogli la strada!

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com