Forum Sanità: «I Commissari accertino le ragioni del debito»

Dimensione srl 3×1

«Andiamo affermando da molto tempo che nonostante i dieci anni di commissariamento per il rientro dal debito sanitario, nonostante la progressiva distruzione del servizio pubblico con chiusura di ospedali e servizi, nonostante la cessione di posti letto e servizi ai privati convenzionati, nonostante le accise e tasse al massimo, il debito sanitario è ancora presente.» Lo afferma Italo Testa, presidente del Forum in difesa della sanità pubblica di qualità. A margine delle risultanze del tavolo tecnico ministeriale, Testa prosegue: «E’ evidente la responsabilità del Governo che avrebbe dovuto, con il commissariamento, risanare almeno questo debito mentre il Tavolo tecnico certifica che nonostante tutti i disastri prodotti, questo risulta essere, solo per l’anno 2018, di 25 milioni. Andrebbe perciò chiarito e fatto conoscere ai Molisani a quanto ammonta nel totale il loro debito sanitario, accumulato in tutti questi anni di gestione commissariale. Il Forum ha avuto ancora ragione a ricorrere legalmente contro gli 87 milioni dati ai privati convenzionati per prestazioni extra budget, tra l’altro oggetto di un contenzioso, in quanto il Tavolo tecnico afferma che queste prestazioni non sono ammissibili. Alla luce di queste risultanze – conclude Testa – si invita la Struttura commissariale a procedere ad un’attenta analisi sull’origine del debito sanitario regionale per individuare le reali ragioni delle disfunzioni e procedere alle scelte giuste per ridare un servizio decente alla cittadinanza.»

Dimensione srl 3×1

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli