Focolari in festa, Maria Voce al Santuario della Madonna a Lungo

La visita della presidente del movimento. «E’ il cielo che si apre e diventa la nostra casa»

REDAZIONE TERMOLI

La presidente dei Focolari, Maria Voce, ha partecipato alla Santa Messa celebrata da mons. Gianfranco De Luca, Vescovo di Termoli-Larino, al Santuario della Madonna della Vittoria a Termoli. Una giornata speciale per il Movimento in ricordo del “Paradiso” del 1949: settant’anni fa è stata la fondatrice Chiara Lubich a definire così l’esperienza mistica con cui Dio le ha aperto e – attraverso di lei, al Movimento nascente – la piena comprensione del carisma dell’unità e dell’Opera che ne sarebbe nata. In tanti, tra la comunità locale dei focolari e del vicino Abruzzo, hanno preso parte alla concelebrazione eucaristica. «Oggi celebriamo il settantesimo dell’esperienza che il Signore attraverso Chiara Lubich ha donato a tutti noi, cioè il Paradiso – ha affermato mons. De Luca – è il cielo che si apre e che diventa la nostra casa». Maria Voce ha espresso il desiderio di stringerci tutti in unità con Chiara, continuando insieme a lei il viaggio di ogni persona verso la santità collettiva. Per lei è stata organizzata anche una festa in occasione del suo compleanno, che ricorre lo stesso giorno, con una torta preparata dai detenuti del carcere di Larino. «Sono qui – ha spiegato nel suo intervento – per ringraziare Dio di tutti i doni ricevuti in 82 anni e in questi ultimi giorni per l’accoglienza che ho trovato tra tutti voi come una grande famiglia di Chiara. È un qualcosa di straordinario e, se penso che Gesù ritiene fatto a sé tutto quello che si fa per gli altri, adesso dovrà sfogarsi per i doni da me ricevuti in termini di provvidenza, accoglienza, provvidenza, attenzione e amore. Ringrazio il mondo intero per tutte le persone che da ogni continente si sono unite a noi in giorno speciale, non tanto per il mio compleanno, ma per il giorno in cui si fa memoria di un patto straordinario, come ricordato da don Gianfranco, quello che ci permette di fare l’esperienza del paradiso subito, quello di vivere con Gesù. Noi abbiamo la possibilità di farlo adesso, qui, a casa, a scuola, in ogni luogo proprio per il carisma che Chiara ci ha dato». Maria Voce ha fatto riferimento anche al tema del Movimento per il prossimo anno, quello della «presenza di Gesù in mezzo a noi». Come fare per sentire quella presenza? Perché c’è chi non si accorge di questa presenza? «Perché – ha affermato la Presidente – non non si è sperimentato il dove due o più, l’esperienza che Chiara ci fa fare per legarci nell’unità, quella che nasce dall’amore reciproco, pronto a tutto, di dare vita uno per l’altro, pronti a perdere qualsiasi cosa, a dare tutto come Gesù abbandonato, da qui viene fuori questa possibilità straordinaria». In due parole, «bisogna amare». Da qui una riflessione e un invito: «possiamo incontrare il fratello invisibile venuto ad abitare in mezzo noi in qualsiasi posto, in carcere, in discoteca. Se ci sono due persone che si uniscono nel nome di Gesù lui è vicino ed è presente». Secondo la responsabile dei Focolari «la gente è sempre alla ricerca di qualcosa ma ha forse solo bisogno di incontrare Gesù e noi abbiamo la possibilità di farlo incontrare a tutti, questo è lo scopo del Movimento. Io l’ho scoperto in mezzo agli studenti universitari e in questa occasione ho scoperto anche il senso della mia vita e per questo sono qua». E il rapporto della Presidente con il Molise è ancora più profondo. La mamma di Maria Voce, infatti, è originaria di Civitacampomarano. Paese della Diocesi di Termoli-Larino in cui la responsabile dei Focolari ha vissuto un periodo della sua infanzia.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com