Florenzano: verifica con neo struttura commissariale per prorogare di 2 mesi il contratto con medici venezuelani

L’annuncio a Termoli durante la presentazione del modulo per i posti di terapia intensiva

Emergenza Covid, i medici venezuelani che hanno dato un importante apporto nella lotta alla pandemia, dovrebbero restare in Molise almeno per altri 2 mesi. La conferma dal dg Asrem, Oreste Florenzano, nella giornata odierna (giovedì 15 aprile) a margine della presentazione del modulo per i posti di terapia intensiva al San Timoteo di Termoli. «Proprio nella giornata odierna – ha detto il dg Asrem Florenzano – abbiamo fatto una verifica e mi sono sentito con la neo struttura commissariale, l’intenzione è quella di prorogare per altri due mesi il loro contratto. Sono persone che noi ringraziamo e che si sono affiancate, lo dobbiamo dire con forza, a tante altre persone che lavorano duramente da più di un anno, parlo dall’operatore al primario, tutte le articolazioni dell’Asrem, che hanno rischiato in primo piano». I medici italo-venezuelani,  membri dell’associazione italiana “Venezuela: la piccola Venezia” Onlus, sono giunti in Molise voluti fortemente dall’ex commissario Angelo Giustini, per far fronte all’emergenza epidemiologica Covid-19. A supporto della sanità molisana sono arrivati anestesisti, cardiologi, internisti, pediatri e medici di medicina generale. Molti dei dottori venezuelani erano già presenti sul territorio italiano, altri si trovavano in stati Ue.