Fissata per venerdì l’autopsia sul corpo di Giovanni Montaquila

Due comuni in lutto per la tragica fine di Giovanni Montaquila, il 48enne cacciatore originario di Riardo che lavorava a Venafro e nella cittadina campana aveva la compagna e due bambini. La procura, per verificare le esatte cause della morte, ha fissato per venerdì mattina l’autopsia sul corpo dello sfortunato cacciatore.

Stando alla prima ricostruzione dell’accaduto, Nel corso di una caduta accidentale, dal fucile di Montaquila sarebbe partito un colpo che lo ha ferito mortalmente, recidendogli l’arteria femorale.