Femminicidi, LA TESTIMONIANZA della madre di una ragazza uccisa dall’ex: “Denunciate”

A Isernia parla la madre di Veronica Abbate, la 19enne uccisa a colpi di pistola dall’ex fidanzato

La madre di Veronica Abbate

Commoventi le testimonianze e i messaggi di vicinanza che sono giunti oggi, 22 novembre, a Isernia, in occasione convegno contro la violenza sulle donne (CLICCA PER L’ARTICOLO COMPLETO) organizzato a Isernia presso l’Hotel Europa per dire “basta” all’incubo che molte donne vivono tra le mura di casa, subendo abusi e minacce dal proprio compagno.

Oltre al videomessaggio di Maria Centracchio, che non è potuta venire all’evento ma ha voluto comunque esprimere la propria solidarietà, a parlare è stata anche la madre di Veronica Abbate, la 19enne campana uccisa a colpi di pistola dall’ex fidanzato: “Un’onda di dolore che si propaga insieme alla non fiducia verso le istituzioni. Dobbiamo arginare questi fenomeni e la donna deve denunciare, la donna deve essere come una fenice che si riscatta dalla ceneri. Già dalle scuole bisogna insegnare il rispetto e svuotare lo stereotipo della donna che ha paura della violenza. Lo Stato, padre di tutti i cittadini, deve tutelare le donne e garantire la giustizia. Questi che stento a definire uomini vanno severamente puniti”.