Fca, stabilimento di Termoli tra i primi a ripartire con la produzione

REDAZIONE TERMOLI

Fca prevede di riavviare progressivamente la produzione nei suoi impianti negli Stati Uniti e in Canada a partire dal 4 maggio. A renderlo noto è stata l’agenzia Bloomberg. Per quel che riguarda l’Italia non sono ancora affatto chiare le tempistiche di riapertura degli stabilimenti di Fca. L’azienda, infatti, starebbe lavorando con il sindacato e i funzionari pubblici per provare a far ripartire la macchina tra poco meno di un mese. Per far sì che la riapertura diventi possibile, c’è bisogno non solo di attuare e mettere a punto una serie di procedure che “certifichino il il benessere quotidiano della forza lavoro” dice un portavoce di Bloomberg, ma anche di far rispettare il distanziamento sociale richiesto dalle misure introdotte a causa del coronavirus. Le prime produzioni che dovrebbero ripartire in Italia, dopo il blocco deciso dal Governo, sono quelle del Ducato in Sevel, della Compass a Melfi, e della 500 E a Mirafiori, nonché alcune lavorazioni delle meccaniche di Termoli e Torino e alcune attività di staff. Lo rende noto la Fim call conference fra sindacati e Fca per provare a concordare misure sanitarie utili a prevenire i rischi di contagio da Covid-19, quando riprenderà l’attività produttiva. 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com