Fata, da Tirana a Campobasso, la cagnolina che chiede salvezza

Il suo nome è Fata e viene da Tirana. Ma se il suo nome evoca fiabe e racconti fantastici, lei ha vissuto una tragedia. E’ un cucciolo di appena tre mesi picchiato, scacciato, preso a sassate che per ripararsi dai suoi aguzzini si era nascosto sotto un auto per poi trascinarsi per giorni con il corpo malridotto e dolorante. Ha vissuto per strada malmenata da tutti eppure questo non ha modificato la sua indole coraggiosa che conserva dentro di sé la spinta ad essere ancora socievole. Qualcosa cambia il suo triste destino, un volontario incrocia la sua piccola esistenza sfortunata e qui comincia la sua nuova vita. Grazie alle condivisioni, che avvengono tra volontari italiani ma anche stranieri, è arrivata in Italia e con precisione proprio in Molise dove due volontarie con la partecipazione di altri si stanno occupando di lei. Dalla prima visita del veterinario la situazione di Fata appare grave, frattura del femore della zampa destra con ascesso, una profonda ferita sulla zampa di sinistra dove manca addirittura la pelle. Ora tutto dipende dalla solidarietà delle persone che hanno a cuore la vita di ogni essere umano e animale, nella consapevolezza che anche questi ultimi hanno diritto a vivere amati e accuditi nel rispetto di un pensiero biocentrico e non solo antropocentrico! Per le sue cure e perché possa tornare a camminare e quindi data in adozione, è necessaria una cifra di novecento euro che è la somma, al minimo possibile, che serve per le operazioni che Fata dovrà affrontare. Ecco qui i numeri delle volontarie che maggiormente si stanno occupando di questa cagnolina  bisognosa di cure: Gigliola 3939122556; Monica 3471987083 ( se non rispondessero lasciare un messaggio su WhatsApp, sarete richiamati)

msr