False residenze e RC auto: in tre denunciati dai Carabinieri

Nel corso dell’ultimo periodo, la Stazione Carabinieri di Rionero Sannitico ha condotto una mirata attività di controllo finalizzata alla prevenzione e repressione delle truffe assicurative RC auto eseguite mediante il sistema delle false residenze.

Gli accertamenti hanno permesso di identificare e denunciare all’autorità giudiziaria, per truffa e falsa attestazione a pubblico ufficiale, tre persone, tutte di origini campane, che avevano fittiziamente trasferito la propria residenza nel borgo sannitico, pur non avendo contatti con quel territorio, solo per beneficiare di condizioni più vantaggiose sulla polizza RC auto. 

Uno stratagemma che ha garantito un notevole risparmio sul pagamento del premio che, per uno degli indagati, ha toccato la cifra di 20.000 euro, calcolata nel corso di più annualità su 3 autovetture di proprietà.

Analoghe verifiche sono in corso sull’intero circondario ad opera dei Carabinieri di Isernia decisi a debellare un fenomeno delittuoso che, oltre a danneggiare gli enti assicurativi e ad alterare la reale situazione anagrafica dei comuni, determina problematiche sotto il più ampio profilo della sicurezza e del controllo del territorio. Spesso infatti questi truffatori delle false residenze sono figure già note alle forze dell’ordine, motivo per il quale, l’azione di contrasto condotta dall’Arma isernina resta prevalentemente finalizzata a scoraggiare l’arrivo di tali soggetti nel territorio pentro, dove potrebbero radicare i loro traffici illeciti.