Fake news, le scuole vincitrici del concorso del Corecom Molise

A Guglionesi e Santa Croce i primi due premi riservati agli istituti secondari regionali

L’Istituto Omnicomprensivo Liceo linguistico di Guglionesi e l’Istituto Omnicomprensivo “R. Capriglione” Santa croce di Magliano, sono rispettivamente il primo e il secondo classificato del Concorso “Occhio alla bufala! Uno spot contro le fake news” riservato agli istituti di istruzione secondaria del Molise.

Il concorso, organizzato dal Corecom Molise, nell’ambito delle iniziative dell’Osservatorio sulla comunicazione e i media portato avanti di concerto con l’Università del Molise, è stato realizzato in collaborazione, oltre che con la stessa UNIMOL, anche con l’Ufficio Scolastico regionale e l’Ordine dei Giornalisti del Molise, con l’obiettivo di sensibilizzare e formare i ragazzi sul controverso tema delle fake news, attraverso la realizzazione di un breve spot di comunicazione sociale.

Al primo e al secondo classificato sono stati assegnati un premio di denaro spendibile dalla scuola per l’acquisto di materiale o per realizzazione di attività di istruzione, rispettivamente di 3 mila e 2 mila euro, oltre al finanziamento di un viaggio didattico presso la redazione di un media nazionale o finalizzato alla partecipazione ad un programma televisivo a carattere culturale.

Hanno fatto parte della commissione valutatrice dei lavori presentati dalle varie scuole, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Molise, Pina Petta, il vice Presidente del Corecom, Nicola Lavanga, il rappresentante dell’Ufficio scolastico regionale del Molise, Giuseppe Lanese e per l’Università degli studi del Molise, Rebecca Papa.

La premiazione del concorso avverrà in un evento pubblico che si terrà a settembre, nel corso del quale saranno proiettati gli spot vincitori. «E’ per noi motivo di grossa soddisfazione –ha dichiarato il Presidente del Corecom Fabio Talucci – constatare l’interesse dei ragazzi rispetto ad una tematica così attuale e rilevante come quella della fake news. Come pure non posso che sottolineare con positività e compiacimento che questo concorso è frutto di una fattiva collaborazione tra Corecom, Unimol, Ufficio Scolastico regionale e Ordine dei Giornalisti del Molise, a testimonianza di come si possa lavorare insieme, dando ciascuno il proprio apporto specialistico, alla realizzazione di iniziative didiattico-formative che possono e debbono avere un impatto concreto, sia immediato che futuro, sul territorio. Le fake news rappresentano una patologia del nostro sistema informativo, distorcono la verità, confondono i cittadini e addirittura ne possono mutare, su basi falsate, le opinioni e i comportamenti. Dalla scuola può partire un’attenzione più incisiva per contrastare questo fenomeno insegnando agli utenti di social network, ma anche del mondo dei media tradizionali, a riconoscere le fake news e a ricercare le notizie controllate e veritiere nel grande mondo della comunicazione di massa. Abbiamo, come Corecom, stretto con queste istituzioni protocolli di intesa ed è nostro intento lavorare con loro su altri problemi ed insidie del mondo dell’informazione e della comunicazione, cercando di utilizzare lo stesso metodo di confronto, e di vicendevole apporto di professionalità e competenze, messo in atto in questo concorso».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com