Ex Zuccherificio, ci sono spiragli. C’è la delibera per lavori di pubblica utilità

Il MoVimento 5Stelle: « L’ingranaggio si è sbloccato. Che si attivino tutti gli organi preposti e di competenza». Si attende la convocazione del tavolo tecnico al Ministero

Si aprono degli spiragli concreti per gli ex lavoratori dello Zuccherificio di Termoli. La notizia è di pochi giorni fa quando il consiglio regionale ha approvato la delibera che sblocca i fondi per i lavori di pubblicità utilità. Una delibera che potrebbe diventare una manna dal cielo per gli ex Zuccherificio considerando che il Comune di Termoli avrà i fondi per coprire 35 posizioni per sei mesi rinnovabili per altri sei. A comunicarlo è sono i consiglieri comunali di Termoli del MoVimento 5Stelle che assieme al sindaco Roberti e ai rappresentanti regionali e nazionali pentastellati stanno portando avanti una battaglia che a breve dovrebbe sfociare nella convocazione di un tavolo tecnico al Ministero del Lavoro. «Come promesso – affermano i rappresentanti dei 5Stelle – nell’incontro svoltosi il giorno 11 Dicembre a Roma, presso il Ministero del Lavoro, con i collaboratori del Ministro, siamo tornati a discutere sulla situazione degli ex lavoratori dello Zuccherificio. In data 20 Gennaio, il dott. Lelli Adriano, collaboratore del Ministro del Lavoro, con mail inviata ai sottoscritti consiglieri Comunali del Movimento 5 stelle, Daniela Decaro e Antonio Bovio e al consigliere regionale Fontana, ci ha comunicato che, riscontrata la richiesta di ottenere un quadro completo della situazione, avrebbe provveduto a convocare un nuovo tavolo, per gennaio, con i tecnici del Ministero ed Anpal, per vedere le possibilità di un percorso che porti al reinserimento di questi lavoratori. Ma non è tutto! Il Comune di Termoli potrà contare su una nuova forza lavoro. Ben 35 persone da inserire nel proprio organico, grazie al bando sui lavori di pubblica utilità, sul quale abbiamo presentato un’interpellanza e ottenuto risposta nel Consiglio comunale svoltosi a Dicembre scorso. Sostanzialmente, la Regione su 70 lavoratori richiesti, in base al budget disponibile, ne ha attribuiti 35 a Termoli, cittadini che potranno essere inseriti nell’organico del Comune, per la realizzazione di diversi progetti sul territorio. L’ingranaggio si è sbloccato. Che si attivino tutti gli organi preposti e di competenza. Non c’è altro tempo da perdere».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com