Estate, si rafforzano i controlli: oggi la riunione del Comitato della Sicurezza

TERMOLI. “Attivare tavoli di concertazione tra i Sindaci della fascia costiera al fine di predisporre protocolli operativi comuni per la disciplina delle manifestazioni con rilevante afflusso di pubblico, con specifico riguardo a tutti gli aspetti connessi alla “safety”; dedicare, nel periodo estivo, una attenzione particolare ad alcuni fenomeni tipici della stagione turistica, fra cui l’abusivismo commerciale ad opera di ambulanti che vendono la propria merce lungo le spiagge e/o in altre aree urbane dei Comuni costieri. A tal riguardo il Prefetto ha segnalato la necessità di uno stretto raccordo tra gli enti locali, i presìdi territoriali delle forze di polizia e la Capitaneria di Porto per una vigilanza costante sul fenomeno, non escludendo il coinvolgimento degli operatori balneari per un controllo dei lidi. Realizzare, con il coordinamento del Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, un ciclo di incontri con il Sindaci finalizzato al censimento delle associazioni di volontariato presenti nei Comuni interessati e dei mezzi disponibili per lo spegnimento di incendi, con l’obiettivo di dotarsi di una mappatura completa e aggiornata delle risorse in campo da allertare con immediatezza in caso di emergenza”. Sono queste le proposte avanzate dal Prefetto di Campobasso Maria Guia Federico al termine della riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuto questa mattina presso il Comune di Termoli. Obiettivo dell’incontro, cui hanno partecipato i Sindaci dell’area costiera, i vertici delle Forze di Polizia territoriali, della Capitaneria di Porto e dei Vigili del Fuoco, è stato quello di fare il punto sulla situazione complessiva dell’area del litorale, sotto il profilo della sicurezza e dell’ordine pubblico, con particolare riferimento alla stagione estiva. Sono stati analizzati i dati statistici sugli indici di criminalità riferiti anche allo scorso anno, da cui è emerso che, pur in assenza di connotazioni allarmanti, durante i mesi di maggior afflusso di turisti si registra un sensibile incremento dei reati predatori.  Il Prefetto ha al riguardo rappresentato che sono stati ulteriormente intensificati i dispositivi di controllo del territorio, potenziando l’attività di vigilanza anche con ulteriori aliquote di personale richieste al Dipartimento di P.S.

L’articolo integrale sull’edizione cartacea de ‘Il Quotidiano del Molise’ in edicola domani.

 

 

 

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli