Estate, la stagione delle sagre e… degli animali uccisi. Unica terra: eticamente riprovevole

L’estate è sicuramente la stagione delle sagre. Luoghi e borghi che si frequentano per incontrarsi, bere qualcosa e stare un po’ all’aria aperta. Una bella cosa. Ma guardiamo i titoli di queste manifestazioni: Sagra della quaglia, Sagra della mortadella, Sagra del vitello arrosto ecc.

Passi per chi compra animali uccisi per necessità di nutrirsi ma uccidere decine o centinaia di animali solo per avere un’occasione di divertimento è, per noi di UNICA TERRA, eticamente riprovevole. Magari queste manifestazioni sono anche finanziate con denaro pubblico. Questo non sappiamo ma se fosse sarebbe una grave mancanza di rispetto per quei cittadini che hanno maggiore sensibilità rispetto agli animali che condividono con noi questo pianeta. UNICA TERRA-Molise, nel nome del suo presidente Adelindo Di Donato – chiede a tutte le istituzioni di non finanziare più manifestazioni che prevedono il dolore e l’uccisione di animali.