Estate col segno più in Molise, Venditti (Sib): “Positivo ma le istituzioni dovevano lavorare meglio”

Presenze pre covid nel mese di agosto sulla costa molisana per un’estate positiva da parte del Sindacato Balnerari Confcommercio. Il bilancio della stagione arriva dal presidente Domenico Venditti: “Abbiamo registrato un flusso progressivo di turisti sin dai weekend del mese di maggio per arrivare al mese di agosto che ha fatto il sold out, riportando e migliorando i numeri pre covid. Si tratta di un fatto assolutamente positivo sul quale però le istituzioni avrebbe potuto lavorare meglio”. In particolare Venditti entra nel merito dell’organizzazione e delle modalità dell’Estate termolese, storico punto di riferimento per eventi e manifestazioni folkloristiche attese da turisti e popolazione su tutta la costa. “Diversamente da altre regioni e da altre località vicine si è deciso di non fare o di realizzare in modo minore una serie di manifestazioni  che rappresentano il fulcro e l’identità marinara della città di Termoli. Mi riferisco al divieto dei  fuochi d’artificio per la festa di San Basso che ha visto i soli riti religiosi, all’incendio del Castello o alla sagra del pesce che – spiega il presidente del Sib – attraverso una attenta gestione della sicurezza e una presenza contingentata del pubblico, avrebbero potuto essere un asso nella manica per un territorio che è salito all’attenzione della stampa mondiale”. Stagione alle porte e ultimi strascichi settembrini a parte, per Domenico Venditti è importante guardare con serenità al futuro: “Grazie alla risorse economiche risparmiate ci aspettiamo che l’Amministrazione comunale di Termoli possa investire davvero tanto in occasione della prossima stagione turistica, quando occorrerà confermare i numeri e proporre un’offerta più ricca e interessante per l’intero sistema turistico basso molisano”.