Esonerato Mandragora, arriva l’ex Correggese Massimo Bagatti

Il nuovo mister rossoblù vanta un curriculum di tutto rispetto, Circelli: «Ha ricevuto grandi apprezzamenti anche da parte di Massimiliano Allegri»

Pma

FRANCO DE SANTIS
REDAZIONE SPORT

Proprio ora (ore 9,31), è arrivata la notizia che tutti attendevano sul nome del nuovo trainer. Ebbene, si tratta di Massimo Bagatti (‘65), ex allenatore di Pavullese, Delta Pt, Correggese e del settore giovanile del Parma, under 17 emiliana per la precisione. A renderlo ufficiale la stessa società sulla pagina Facebook del S.S. Campobasso Calcio.
Martedì 6 novembre, ore 15: «La società comunica l’esonero di Bruno Mandragora e lo ringrazia per il lavoro apportato in questi mesi, svolto con impegno e abnegazione, augurandogli allo stesso tempo le migliori fortune professionali». La notizia dell’allontanamento dell’ex mister rossoblù in realtà ha iniziato a circolare dalla tarda mattinata ed è diventata certa prima delle 14, cioè a pochi minuti dalla ripresa degli allenamenti. Il fatto che si parli di esonero e non di dimissioni fa capire che la decisione è stata sofferta e si è protratta per 48 ore prima di far saltare il banco e cambiare guida tecnica. Naturalmente, si è atteso anche per essere sicuri del sì da parte del nuovo trainer. L’allenamento si è svolto a porte chiuse per volere del club e ha preso il via intorno alle 15.30, cioè subito dopo che il presidente Circelli, accompagnato dal direttore generale Filippo Polcino e dal direttore marketing Raffaele De Francesco, ha tenuto a rapporto la squadra all’interno dello spogliatoio facendo un lungo discorso ai calciatori che ora devono cambiare rotta. La seduta è stata diretta da Antonio Minadeo.

PAROLA AL PRESIDENTE.
«Il nuovo allenatore del Campobasso è una persona che ha ricevuto grandi apprezzamenti da parte di Massimiliano Allegri ed è stato suo consulente». È il presidente Nicola Circelli a presentare il profilo di chi siederà da oggi sulla panchina rossoblù dopo l’esonero di Bruno Mandragora. «E’ una persona che si occupa principalmente di tattiche e analisi sportive. E cosa molto importante, ha il patentino Uefa A, cioè può allenare in tutte le categoria non solo fino alla Lega Pro. Questo conferma che il nostro è un progetto assolutamente di prospettiva, non siamo alla ricerca di traghettatori». Nel pomeriggio di ieri diversi i nomi che sono circolati, prima dell’ufficialità del nuovo allenatore giunta stamane, tra cui i nomi di Maurizio Trombetta, Riccardo Scirea e Giovanni Bucaro: «Smentisco, così come quelli di Ugolotti, D’Adderio, Diana e Chiarenza che mi state facendo voi». Chiaramente Circelli ha commentato anche l’esonero di Mandragora: «Ora i ragazzi devono capire sul serio cosa devono fare e come farlo. Sono molto rammaricato per la decisione sull’esonero ma nel calcio spesso vanno prese questo tipo di decisioni. E secondo me paga le conseguenze chi ha meno responsabilità, fermo restando che la decisione andava presa. Si sa, in questi casi paga l’allenatore». Il presidente ha affermato anche che «Mandragora è diventato il capro espiatorio, sono dispiaciuto, non credo meritasse tutto questo. I risultati inchiodano». Un passaggio anche sullo staff tecnico, visto che Luigi Mandragora «resta il nostro direttore tecnico. Questo non si discute, è un dipendente, Luigi in questa situazione è stato il primo nel voler prendere questa decisone, è una persona altamente professionale, pensa prima al Campobasso e poi a tutto il resto. Ma non perché non creda nel padre allenatore, è un discorso che gli fa onore».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli