Eroina e mazze da baseball in auto, un arresto nella notte

L'auto con due pregiudicati a bordo è stata fermata dalla Mobile nel corso di controlli preventivi

Nella serata di ieri, 12 aprile, nell’ambito del potenziamento dei servizi di prevenzione e controllo disposti dal Questore di Campobasso in occasione delle prossime festività pasquali, personale della Squadra Mobile in servizio sul territorio cittadino, intercettava una vettura sospetta di grossa cilindrata.

I moderni sistemi informatici in uso alla Polizia di Stato consentivano l’automatica ed immediata interrogazione della targa del veicolo, riconducibile ad un uomo della Provincia di Foggia gravato da numerosissimi precedenti penali e di polizia, per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti.

Sul mezzo viaggiavano in due persone che fermate per un controllo, manifestavano da subito agitazione.
Entrambi, l’autista C.F., classe 1981, originario del napoletano ma residente in provincia di Foggia ed il trasportato, C.A. classe 1992 della Provincia di Foggia, pregiudicati, non davano una valida giustificazione della loro presenza nel territorio cittadino. Uno dei due, probabilmente per cercare di allentare il controllo, riferiva sentirsi male, tanto da richiedere l’intervento dell’ambulanza del 118. Portati entrambi in Questura, veniva rinvenuta nell’auto, opportunamente occultata, una busta termosaldata contenente oltre 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina, destinata al mercato campobassano. Inoltre, nel veicolo, pronte all’uso, accanto alle portiere, venivano rinvenute due mazze da baseball e cacciaviti di grosse dimensioni (considerate armi improprie). Il tutto veniva sottoposto a sequestro.

Addosso a C.A. veniva rinvenuta una dose di eroina. Anche detto stupefacente veniva sottoposto a sequestro.
C.F. veniva arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e tradotto al Carcere di Campobasso a disposizione del P.M. procedente. C.A. veniva denunciato all’Autorità Amministrativa per detenzione per uso personale di stupefacente. A carico dei due soggetti venivano notificati provvedimenti disposti dall’Autorità di Pubblica Sicurezza (rimpatrio con foglio di via) che fa divieto di tornare a Campobasso senza giustificato motivi rispettivamente per anni tre e due, poiché soggetti pericolosi per la sicurezza pubblica.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com