Emozione e fede, la processione del Venerdi Santo a Campobasso, la diretta (FOTO e VIDEO)

La Processione del Cristo Morto e della Madonna Addolorata passa dinanzi al carcere

5×1000 2019

REDAZIONE

Una tradizione che si rinnova nello spirito della Santa Pasqua in un corteo che come ogni anno attira moltissimi fedeli. E’ la Processione del Cristo Morto e della Madonna Addolorata. L’evento religioso per eccellenza dei campobassani a cui tutti desiderano assistere per la bellezza e il carico di struggente di emotività.  Il corteo inizierà il suo percorso dalla Chiesa di Santa Maria della Croce per poi snodarsi lungo il centro storico e successivamente lungo tutta la cinta murattiana attraversando così l’intera città.  Come consuetudine il corteo, nel corso del suo ultimo passaggio si soffermerà davanti alle carceri con l’emozionante benedizione dei detenuti da parte del Vescovo. Intanto i 700 cantori sono già pronti a schiarire la voce per intonare lo struggente canto del “Teco vorrei” risalente alla fine dell’Ottocento ad opera del maestro campobassano Michele De Nigris sui versi di Pietro Metastasio. Una manifestazione che, come sempre, richiama centinaia di fedeli e quest’anno anche tantissimi turisti arrivati a Campobasso anche dalla Sardegna e dal Lazio per assistere ed emozionarsi con uno degli eventi più attesi nel capoluogo di regione. Lungo l’itinerario, tappa d’obbligo è stata la sosta dinanzi alla Casa Circondariale di Campobasso dove un detenuto ha recitato sul piazzale antistante la “preghiera del detenuto alla Vergine Addolorata”.

5×1000 2019

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli