Elezioni Provincia di Isernia, sorprese e conferme dal voto

Voto con non poche sorprese alla Provincia di Isernia. Restano fuori nomi “pesanti” sia a destra, come Pietro Paolo Di Perna, che a sinistra, Sara Ferri di Sel.

Sui 593 aventi diritto al voto, tra sindaci e consiglieri dei 51 comuni della provincia pentra (Chiauci è commissariato), si sono recati al seggio di via Berta in 509, con un’affluenza definitiva pari a più dell’85 per cento, la più alta di sempre con la nuova legge Delrio sul voto di secondo grado.

Per il centrodestra, che vince sei a quattro, questa la graduatoria degli eletti: Manolo Sacco (Pescolanciano), Nicola Di Biase (Frosolone), Angelo Monaco (Longano), Raimondo Fabrizio (Isernia), Vincenzo Scarano (Agnone) e Antonella Cernera (Venafro).

Per il centrosinistra Franco Marcovecchio (Agnone), Cristofaro Carrino (Frosolone), Claudio Falcione e Angela Perpetua (Isernia).

LA PRIMA NOTIZIA DELLA NOTTE – Elezioni provinciali di Isernia, vince il Centrodestra con sei consiglieri eletti rispetto ai quattro del Centrosinistra. Alfredo Ricci conserva così una larga maggioranza.

Questa mattina, 17 gennaio, alle 11,30 la proclamazione degli eletti, ma stando ai risultati raccolti durante lo spoglio, per il Centrodestra entrano in consiglio: Di Biase, Cernera, Monaco, Sacco, Fabrizio e Scarano.
Per il Centrosinistra: Falcione, Marcovecchio, Carrino e Perpetua.