Efficientamento energetico, il Comune di Portocannone si rifà il look

Due impianti fotovoltaici a servizio della scuola dell’infanzia e del depuratore comunale, oltre a quello già installato sul tetto del Municipio. Si avvia a conclusione il processo di efficientamento energetico promosso dall’ammistrazione comunale di Portocannone attraverso lo strumento del Project Financing realizzato con il partner privato Selettra Spa. “La riprogrammazione delle economie, pari a circa 59.000 euro, generatesi dalla sostituzione delle lampade ad incandescenza con quelle a LED sull’impianto di illuminazione pubblica approvate con la delibera di Giunta n. 11 del 18 febbraio 2021 – ha affermato il sindaco Giuseppe Caporicci – ci ha consentito l’installazione di 2 nuovi impianti fotovoltaici, a servizio della scuola dell’infanzia (20KW) e del depuratore comunale (8KW), oltre a quello da 20 KW già installato sul tetto del Municipio, la sostituzione di tutte le lampade tradizionali con lampade a risparmio energetico presso la scuola dell’infanzia e presso la Casa Comunale, l’installazione di lampade “a luce calda” in Borgo Costantinopoli ed infine la posa di lampade artistiche, in sostituzione di quelle ordinarie, in tutta Piazza Skanderbeg. In particolare solo grazie ai due impianti fotovoltaici ed al cosiddetto “RELAMPING” (installazione lampade a risparmio energetico) , si stima una riduzione dei costi dell energia elettrica pari a circa 10mila euro annui, oltre a minori emissioni pari a 20 Tonnellate di CO2; l’equivalente di quasi 9 Tonnellate annue di petrolio risparmiate. Lo sviluppo sostenibile dei nostri territori passa inequivocabilmente dalle scelte di programmazione, anche di medio e lungo periodo, che le Amministrazioni locali sono chiamate ad adottare ; non muoversi in questa direzione equivale a perdere tutte le opportunità che la tecnologia ci offre in tema di fonti di energia rinnovabile in un ottica di equilibrio e compatibilità con la nostra piccola realtà urbana”.