Eas Day, massimo riconoscimento per due insegnanti di Montenero

Massimo riconoscimento per Leo Galizia e Barbara Padula, classificati al primo posto nel concorso Eas Day 2019. I due insegnanti della scuola dell’infanzia di Montenero di Bisaccia hanno ritirato il premio il giorno 25 ottobre 2019 presso il bellissimo Museo di Santa Giulia nella città di Brescia. A premiare i docenti, a conclusione del convegno “Un’idea di scuola”, è stato il professor Pier Cesare Rivoltella, ideatore del metodo EAS (Episodi di Apprendimento Situato). Il concorso, alla sua VI edizione, è abbinato al convegno di studio sugli EAS che annualmente si tiene nel mese di ottobre sotto la sapiente organizzazione del centro di Ricerca CREMIT e dell’Università Cattolica di Brescia. La competizione nazionale è divisa in due sezioni: una riservata agli insegnanti della scuola dell’infanzia e primaria e l’altra alla scuola secondaria di I e II grado; i docenti si sono dovuti cimentare in una progettazione avente come tematica uno dei principi fondamentali della Carta della Terra. I maestri Galizia e Padula si sono aggiudicati il posto più alto del podio presentando una progettazione EAS dal titolo “Vestiamoci di uguaglianza”. «Il nostro EAS nasce dalla presenza nella nostra sezione di bambini di etnie diverse –fanno sapere gli insegnanti-. Il nostro intento è stato quello di farli riflettere sull’importanza del rispetto dell’altro a prescindere dagli usi e costumi. E’ stato un percorso molto interessante che ha visto i nostri bambini protagonisti nella riflessione dell’intendere la differenza come risorsa». La commissione del concorso, presieduta dal Prof. Rivoltella, ha premiato il lavoro degli insegnanti con la seguente motivazione: “L’originale e molto ben strutturato, ben inserito nella tematica della Carta della Terra. La progettazione è completa in ogni sua parte, ricca di materiali, in linea con le indicazioni nazionali e la didattica per competenze e si propone di sviluppare apprendimenti. Il video allegato ben inquadra il percorso didattico”. Commossi e soddisfatti i due maestri per il riconoscimento ricevuto: “E’ stata una grande emozione ricevere i complimenti del Prof. Rivoltella e di tutto lo staff del Cremit. Ogni anno partecipiamo al convegno di riflessione sul metodo presentando una progettazione di un EAS per il concorso. Non ci aspettavamo di raggiungere il massimo riconoscimento con l’attribuzione del primo premio. Vogliamo dedicare il premio a tutti i bambini che in questi anni hanno supportato e sopportato le nostre sperimentazioni del metodo EAS. Un ringraziamento va anche a tutti i genitori della sezione 4 di Montenero e della sezione unica di Mafalda che con pazienza ci hanno sostenuto in questi quattro anni, accettando il cambiamento didattico proposto con la metodologia EAS».

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com