… E non finisce qui

GENNARO VENTRESCA

Quel film già visto che ti lascia il cuore malato. Era già successo, col Fiuggi prima e poi con l’Avezzano. E, non c’è due senza tre, ecco che è capitato anche contro il Pineto che ha incassato e ha portato a casa un bel pareggio, oltre alla gioia di aver fermato la macchina da guerra del girone che, però, in casa, chissà poi perché, non sa ripetere le grintose prestazioni fuori le mura. Ed è stato 3-3, pieno di rimpianti e di cattivi pensieri. Che ci volete fare: meglio i nostri ragazzi non sono riusciti a fare.

                                                                                                ***

Alessandro gioca un’ora regale, poi si spegne. E al minuto 95 l’arbitro gli consegna la punizione che può far esplodere la folla del Romagnoli. Il tiro, però, è molle, sbatte sulla barriera e manda la palla a tenere compagnia ai porcellini di Gilotti. Il calcio d’angolo dell’ultimo respiro è anch’esso moscio, così gli ospiti si possono abbracciare e inorgoglirsi per aver allungata la serie di risultati utili nei confronti diretti con la nostra formazione. Che, in otto partite, non sono stati capaci di batterli. Succede anche questo, senza una vera spiegazione.

                                                                                                 ***

Cogliati, dopo aver menato il torrone senza prendersi una pausa, esausto, lascia il posto a Musetti, il capitano non giocatore, che ancora una volta Cudini gli assegna gli ultimi venti minuti. La differenza c’è tutta e si vede.  In avanti non riusciamo più a tenere in ansia la difesa avversaria. I pinetini ne approfittano, favoriti anche dalla mancanza del miglior Candellori a centrocampo. Sanseverino che lo sostituisce, inaspettatamente, dirige senza modulare il gioco e dettare i tempi.

                                                                                                 ***

E’ successo anche altre volte. Aspetti a lungo la presenza del pubblico che, dopo una lunga vacanza, si fa rivedere compatto, ricco di colori e buone intenzioni.  Nel giorno che i “pentiti” tornano sui loro passi arriva la delusione proprio sotto i loro occhi. Papocchio sul primo, sul secondo e, se permettete, anche sul terzo gol. Due dei quali sotto la curva gol della Nord. Certo, non sempre si può vincere, bisogna saper anche pareggiare. Che, nel nostro caso, è come aver perso. Il Matelica ha fatto bottino pieno a Chieti e la Recanatese ha bloccato l’irriconoscibile capolista. Con due punti in più la vetta sarebbe stata più vicina. Ma non è detto. Domenica ne sapremo di più nelle Marche, a Matelica.     

                                                                                                  ***

Fatemi dire che nei pochi minuti che gli sono stati assegnati il ventenne Barbetta ha meritato applausi. A dodici sfide dalla conclusione tutto potrà ancora accadere. Fossi in voi non mi perderei d’animo. A Matelica ci giocheremo tutto, domenica prossima. Il mio pendolino mi trasmette fiducia: in trasferta giochiamo meglio. Se solo avessero rispolverata la grinta di Vasto, quando erano avanti di due reti, i nostri ragazzi avrebbero ottenuto la sicura vittoria. Troppi i loro errori tecnici e tattici. Ma, ripeto, il campionato è tutto da giocare. Ad maiora. Che in campobassano si traduce in “a meglio a meglio”.

                                                                                                   ***

Quel vento che a vent’anni gli aveva fatto fare 13 al Totocalcio, a 46 dimorare in un castello medievale, a 50 vincere all’Arco di Trionfo con Tony Bin, a 60 sbancare al Superenalotto, a 63 possedere cinque squadre di calcio, a 67 a fuggire nei mari del sud, lo ha accarezzato per l’ultima volta a Santo Domingo, l’isola della sua latitanza. Accanto alla nuova famiglia, col caldo torrido e l’aria condizionata spenta, per non procurargli altri danni respiratori. Ciao, caro Luciano Gaucci. Il mondo dei calci d’angolo, nonostante tutto, ti ringrazia.

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com