Droga, arrestato durante il blitz 6-MAM: la difesa impugnerà la decisione del gip

Sarà presentata nei prossimi giorni la documentazione con la quale l’avvocato del giovane arrestato durante l’operazione anti droga 6-MAM, impugnerà la decisione del gip di non concedere una misura meno afflittiva della custodia cautelare in carcere al ragazzo. Il legale aveva chiesto i domiciliari per il suo assistito arrestato nella notte tra il 6 e il 7 ottobre in seguito a una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Campobasso, Roberta D’Onofrio, su richiesta della Procura del capoluogo: stando alle accuse il giovane si sarebbe reso responsabile di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti: nello specifico avrebbe spacciato eroina a numerosi tossicodipendenti. Il ragazzo si trova attualmente recluso presso la casa circondariale di Foggia. L’operazione anti droga condotta dai carabinieri ha portato anche a numerose perquisizioni fuori Campobasso, in particolare a Montesilvano (in Abruzzo) e nella vicina Bojano.