“Distanti ma uniti”, il saluto speciale degli alunni dell’Infanzia e della Primaria di Casacalenda

“Siamo giunti alla fine dell’anno scolastico segnato, per la seconda volta, dal covid 19!
I ragazzi delle due quinte, negli ultimi giorni di scuola, durante una lezione di italiano, hanno ideato un saluto speciale, spinti dal desiderio di un ritorno alla vita prima della pandemia.
Oggi l’idea si è concretizzata e tutti gli alunni della Scuola dell’Infanzia e della Primaria di Casacalenda, insieme agli insegnanti e ai collaboratori scolastici, hanno letteralmente “accerchiato” la scuola con un grande abbraccio.
Un gesto liberatorio, ma dal valore simbolico!
La scuola, cuore pulsante di piccole e grandi comunità è rimasta, nei lunghi mesi del lockdown, silenziosa e triste, priva dell’allegria contagiosa dei suoi bambini.
Abbracciare questo spazio è come volersi riappropriare di una dimensione del reale che in questi mesi si è persa.
La Scuola è il luogo fisico dove si concretizza il processo di insegnamento – apprendimento, dove si struttura la dimensione individuale dei bambini all’interno di una collettività organizzata, fatta di contenuti, di modi di dire e di fare, di regole, di relazioni, che contribuisce alla formazione delle nuove generazioni.
La scuola a distanza ha salvato l’istruzione, ma ha indebolito la relazione!
Questo abbraccio sia di buon auspicio per l’anno scolastico che verrà perché
“ogni bambino è come un fiore” che deve sbocciare e solo nella scuola si può realizzare, attraverso il rapporto con gli altri, il processo di crescita e di strutturazione dell’identità personale di tutti e di ciascuno.
Grazie alla dirigente prof.ssa Filomena Giordano per aver consentito questa performance, al prof. Robert Caporicci per le riprese col drone e il montaggio del filmato, ai collaboratori e agli alunni.

Viva la scuola con dentro tanti bambini!”

Gli insegnanti della Scuola d’Infanzia e Primaria di Casacalenda.