Differenziata, la segnalazione: “Via Scardocchia è diventata una discarica”

“Via Scardocchia è diventata una discarica… Gli operatori della Sea costretti a pulire e raccogliere anche spazzatura non contenuta nei mastelli della differenziata”. È la segnalazione giunta da una nostra lettrice che riguarda la strada che ospita il liceo Classico “Mario Pagano” e alcune note attività di ristorazione e commerciali a Campobasso. È evidente che la raccolta differenziata stenta a decollare in città e questi comportamenti incivili ne sono la prova lampante: se c’è chi ha iniziato ad adottare le nuove prescrizioni, molti ancora – un po’ per la disabitudine e un po’ per un sistema informativo ancora non capillare – stanno radunando i rifiuti in strada, creando di fatto altre microdiscariche.

Per cercare di evitare che si ripetano episodi simili, occorre necessariamente rendere trasparente il coinvolgimento dei cittadini informando un numero ampio di persone sui reali impatti di un impianto e, solo attraverso momenti di confronto pubblico organizzati, diventa possibile entrare nel merito delle questioni. La partecipazione civile diventa quindi un unico modo per evitare conflitti con le comunità, speculazione politica su questi temi, diffusione di pregiudizi e fake news.