Di Schiavi: «Autovelox di Pozzilli illegittimo»

L’esponente della Fiadel: «La Prefettura dà ragione agli automobilisti multati»

Autovelox mobile lungo la Statale 85: la Prefettura di Isernia accoglie la tesi degli automobilisti che hanno contestato le modalità di rilevamento della velocità, attraverso l’utilizzo dell’apparecchiatura mobile in territorio di Pozzilli. Lo ha annunciato Feliciantonio Di Schiavi dell’associazione Fiadel, che esprime soddisfazione in merito al verdetto sul contenzioso in atto.

«Con grande soddisfazione – scrive il segretario Fiadel – prendiamo atto del cambiamento di tendenza della Prefettura stessa, che, riguardo all’autovelox mobile che il Comune di Pozzilli è solito installare sulla Strada Statale n. 85 venafrana, all’altezza dell’incrocio con la Strada di Bonifica Armieri (ex Precal), ci ha dato pienamente ragione. Infatti, ha accolto la nostra tesi. Ben venga – commenta così – la decisione della Prefettura pentra che ha agito da organo super partes, giudicando in maniera obiettiva e seria, dichiarando, appunto, la illegittimità delle modalità di rilevamento della velocita dei veicoli da parte del Comune di Pozzilli lungo la predetta strada statale».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com