Di Pietro ci ripensa e ‘rifiuta l’offerta’ candidatura: “No grazie”

Della Valle

Clamorosa marcia indietro dell’ex pm di Mani Pulite, Antonio Di Pietro che ritira la sua disponibilità a candidarsi presidente alle prossime Regionali. Dunque, l’ex leader dell’Italia dei Valori “ringrazia per l’offerta e va avanti”. No, non è una puntata di ‘Affari Tuoi’ ma lo scenario politico in vista delle prossime regionali in Molise che a quanto pare, si fa sempre più ingarbugliato.

Nonostante quello di Di Pietro fosse un nome che era riuscito a ricompattare il centrosinistra trovando il benestare di tutti, Frattura e Ruta compresi pronti a ‘farsi da parte’, arriva il ‘dietrofront’.

Ad annunciare il ripensamento lo stesso ex magistrato, durante un collegamento telefonico nel corso della trasmissione ‘Moby Dick’ in onda su Telemolise. “No grazie – ha risposto Di Pietro a una domanda sulla candidatura – sono arrivato da poco a Montenero per potare l’olivo e devo sistemare la campagna”. Una decisione che arriva come un fulmine a ciel sereno in casa del centrosinistra e che non perde tempo a rimbalzare sui maggiori media nazionali, gli stessi che poche ore prima ne annunciavano la candidatura a presidente. E anche sicuramente inaspettata, o forse data fin troppo per scontata, se si pensa che lo stesso Di Pietro si era reso disponibile a candidarsi – esprimendo questa volontà in una lettera aperta, lo scorso 15 febbraio, indirizzata ai responsabili dei partiti del centrosinistra – viste le divisioni interne alla coalizione. Le stesse che, forse, hanno portato alla ‘disfatta’ delle Politiche.

Tutto da rifare, dunque. Resta così l’incognita all’interno del centrosinistra di chi candidare alle prossime Regionali caduta la disponibilità dell’ex leader dell’Italia dei Valori e il passo indietro di Roberto Ruta e del presidente Paolo Frattura.

 

Della Valle

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli