Deliquenti e accattoni convincono minorenne a vivere per strada: espulsi dalla città

REDAZIONE

Il Questore di Campobasso ha emesso tre fogli di via con rimpatrio obbligatorio in Provincia di Frosinone e Benevento, nei confronti di tre giovani cittadini di nazionalità egiziana con precedenti per reati in materia di stupefacenti e contro il patrimonio.

I tre, in diverse circostanze, sono stati controllati dalla Polfer di Campobasso mentre si trovavano in città senza motivo ed erano insieme a persone pregiudicate.

Non avendo un domicilio, un lavoro, legami di altro genere a Campobasso, sono stati allontanati con foglio di via obbligatorio, validità di due anni, poiché considerati pericolosi per la sicurezza pubblica.

Peraltro, diverse sono state le segnalazioni pervenute alla Polizia sulla presenza di questi stranieri in Città che, presumibilmente vicini agli ambienti della droga, con atteggiamento sospetto, si accompagnavano per altro con una minorenne “indotta” talvolta ad allontanarsi da casa e vivere con loro in strada.

Le misure adottate, di carattere preventivo, previste dal codice “antimafia”, tendono ad impedire che persone presumibilmente dedite al compimento di reati che vivono coi proventi degli stessi, possano restare sul territorio di un Comune col quale non hanno alcun tipo di collegamento, per svolgere attività considerate illecite. La violazione di queste misure è punita penalmente con la  pena dell’arresto da uno a sei mesi.    

Uno dei tre cittadini egiziani è stato denunciato già due volte per due distinti episodi di inosservanza al foglio di via. L’uomo è stato segnalato alla competente Questura della Provincia di residenza per i provvedimenti in materia di soggiorno sul territorio nazionale.