Decoro collina San Giovannello, primi interventi in arrivo. Ma non si arrestano le segnalazioni dei cittadini

Scritte di dubbio gusto sulle pareti della chiesa e sulla stradina che porta alla collinetta. “Scene surreali per un luogo anche turistico”. Il comune, intanto, interviene sull’area giochi

In Consiglio comunale non mancò il dibattito in seguito ad una mozione presentata dal consigliere di opposizione Domenico Esposito, argomento il decoro dell’area di San Giovannello, più precisamente la collina e le scritte ingiuriose che si leggono sulle pareti della chiesetta posta in cima. A distanza di qualche mese, la situazione non è cambiata, con un aumento esponenziale delle segnalazioni da parte dei cittadini, rammaricati per lo ‘spreco’ di un’area dall’ottimo potenziale. Il comune – in attesa di interventi infrastrutturali più corposi previsti nei prossimi mesi – è pronto ad intervenire sull’area giochi, consegnando più vivibilità e attirando bambini e famiglie. Già nei prossimi giorni sarebbero previste delle installazioni e degli ammodernamenti.

Scelta apprezzabile quest’ultima, ma che secondo il consigliere Esposito non basta affatto ad affrontare l’ampio discorso sul decoro, tornato prepotentemente in prima pagina. “In Consiglio fu detto che gli interventi sulla chiesa non erano possibili – spiega l’esponente di Forza Italia – non essendo questa di proprietà del comune, spetterebbe alla parrocchia occuparsi delle scritte ingiuriose. Ma all’amministrazione vogliamo chiedere: dove sono gli interventi sulla strada che conduce alla chiesa, altrettanto imbrattata? Chi risponde delle medesime scritte? E cosa si è fatto fin qui per l’intera area? Cosa si è deciso di attuare per valorizzare un luogo che può essere visitato da turisti in quelle condizioni? Quesiti infiniti e senza risposta, che portammo in consiglio e ancora irrisolti. L’amministrazione ha mostrato il disinteresse più assoluto”.