Danni in agricoltura dovuti ai cinghiali, Regione condannata a pagare

In Appello la Regione Molise condannata al pagamento delle spese di lite in favore della controparte oltre al pagamento di un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per la stessa impugnazione

E’ una sentenza destinata ad orientare i prossimi giudizi, o come si dice: destinata “a fare giurisprudenza”, quella emessa in secondo grado di giudizio (Appello) a Campobasso al termine del quale i giudici hanno condannato la Regione Molise: al pagamento delle spese di lite in favore della controparte; inoltre Condanna la Regione Molise a versare un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per la stessa impugnazione.

In buona sostanza, tre anni fa un imprenditore agricolo che aveva subito un danno ingente a causa dell’incursione di cinghiali in un terreno in Basso Molise che aveva in affitto, chiese al Giudice di Pace di esprimersi in merito chiedendo il ristoro del danno affidando l’assistenza legale agli avvocati degli studi Angiolillo (Marco) e studio Pulcino. Il giudice si pronunciò e condannò la Regione che a sua volta impugnò la sentenza di primo grado.

E’ di oggi la notizia secondo la quale l’appello è infondato (della Regione) e va respinto.


Casi analoghi in Italia si erano verificati e i giudici avevano decretato che “spetta alla giurisdizione del giudice ordinario la controversia avente ad oggetto l’esatta determinazione dell’ indennizzo dovuto al proprietario di un terreno coltivato danneggiato dalla fauna selvatica, ai sensi della legge reg. dell’Umbria 13 agosto 1984, n. 39, trattandosi di un indennizzo riconosciuto direttamente dalla legge e da liquidarsi secondo parametri prefissati: l’art. 4 della legge reg., infatti, nell’indicare i criteri per la determinazione dell’importo dovuto, non attribuisce alcun potere discrezionale alla P.A., la quale deve compiere soltanto una stima di carattere tecnico, volta ad individuare il primo prezzo del nuovo raccolto dei prodotti agricoli danneggiati. “ Cass. Sez. U, Sentenza n. 10701 del 10/05/2006 (Rv. 588381 – 01),

Pertanto i giudici (nel caso in questione) hanno rigettato l’appello condannando la Regione Molise al pagamento delle spese di lite in favore della controparte; oltre al pagamento di un ulteriore importo a titolo di contributo unificato pari a quello dovuto per la stessa impugnazione.

L’avvocato Marco Angiolillo