Da oggi attive Stroke Unit e Neurologia al Cardarelli, i ringraziamenti dell’Asrem

«In accordo a quanto previsto dal Programma Operativo Straordinario 2015-18 circa la riorganizzazione dei Presidi Ospedalieri regionali in base agli standard di dotazione strutturale e tecnologica, bacino di utenza, complessità delle prestazioni previsti dal D.M.70/2015 e secondo un modello Hub&Spoke, e coerentemente con l’obiettivo strategico prioritario di realizzare una rete di emergenza-urgenza per le patologie tempo-dipendenti in grado di rispondere ai bisogni dei cittadini in modo equo su tutto il territorio regionale, la ASReM – ha comunicato in una nota – ha completato la riorganizzazione del percorso diagnostico terapeutico assistenziale per l’ictus cerebrale.

Si è concluso, infatti, in data 2/12/2019 l’allestimento di un’area di degenza, da oggi, martedì 3 dicembre, pienamente funzionante ed autonoma dal punto di vista della dotazione organica, tecnologica e strumentale, dotata di 6 posti letto di Stroke Unit, 6 di Neurologia + 2 DH, collocata al terzo piano del PO Cardarelli di Campobasso, dove sarà garantito, tra l’altro, il trattamento, con particolare riferimento alla trombolisi endovenosa, ai pazienti molisani con patologia cerebrovascolare acuta che accedano agli ospedali aziendali ASReM Hub e Spoke, riducendo il ritardo evitabile legato alla distanza dalla Stroke Unit.

Una riorganizzazione che va ben oltre il mero spostamento logistico e che, al fine di fornire risposte appropriate ai bisogni espressi da tutta la popolazione di riferimento, mette in relazione con modalità formalizzate e coordinate professionisti, strutture, servizi ospedalieri e territoriali dell’emergenza nel rispetto dell’erogazione dei LEA, della continuità assistenziale e dell’appropriatezza clinico-organizzativa, anche grazie alla introduzione di infrastrutture tecnologiche di sistema (telestroke) per la condivisione funzionale di competenze tra presidi Hub e Spoke.

La Direzione desidera esprimere il proprio apprezzamento a tutti coloro, staff, servizi ed operatori sanitari che, con il proprio impegno, in tempi brevi e in sicurezza, hanno contribuito al raggiungimento del traguardo dell’attivazione del Reparto secondo le tempistiche stabilite.

In particolare, – si chiude la nota – un ringraziamento va a tutto il personale dell’equipe medica e infermieristica, oltre che, naturalmente, al responsabile deH’UO, dott. Nicola lorio, per il prezioso lavoro svolto e per lo spirito di collaborazione dimostrato, in una logica cooperativa tesa all’esclusivo raggiungimento dell’obiettivo prioritario di presa in carico delle persone assistite».

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com