Da Guglionesi all’Isola d’Elba per inaugurare l’anno scolastico

Una rappresentanza di Guglionesi alla manifestazione con il Presidente Mattarella

Ferridea

«Non c’è avventura più emozionante della scuola. E’ qui che costruirete il vostro futuro». E’ con questo messaggio che è stato inaugurato il nuovo anno scolastico che ha visto tra i protagonisti anche i ragazzi di Guglionesi. La dirigente scolastica Maddalena Chimisso, la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale Anna Paola Sabatini e una rappresentanza di cinque giovanissime studentesse del paese hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione che si è tenuta all’Isola d’Elba alla presenza del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Serena, Rebecca, Silvia, Maria Teresa ed Erika sono state presenti tra i ragazzi che hanno rappresentato tutta l’Italia. Una dimostrazione importante di vicinanza alle zone terremotate considerando che proprio lunedì a Guglionesi è iniziato ufficialmente l’anno scolastico. Sotto la lente nel corso della cerimonia che è stata trasmessa in diretta su Rai Uno condotta da Claudia Gerini e Flavio Insinna è andata a finire la scuola, le sue straordinarie opportunità di crescita e di formazione, le migliori energie di professori e studenti, le motivazioni di chi studia e lavora da sempre con passione e sacrificio. Le stesse motivazioni che, immutate, si trovano anche nel corpo docenti e nei ragazzi dei paesi dell’area del cratere sismico. Uno spettacolo coinvolgente che ha visto anche la partecipazione di artisti e cantanti, da Paola Cortellesi a Fabrizio Moro e Lorenzo Baglioni, oltre a campioni sportivi. “Tutti a scuola” il titolo della manifestazione nel corso della quale il Presidente Mattarella ha tenuto un discorso sul bullismo, esprimendo vicinanza alla famiglia del 14enne morto per asfissia durante un gioco autolesionistico diffuso su internet che ha riportato a galla il tema, particolarmente delicato, della fragilità dei giovani e del sostegno che necessariamente deve essere rappresentato dalla scuola. In platea durante i discorsi ufficiali anche le ragazze di Guglionesi con la dirigente Chimisso che ha ricordato quanto siano state delle giornate da corsa contro il tempo per riuscire ad aprire la scuola. «Essere stati invitati all’inaugurazione è un segnale di vicinanza. Non ci sentiamo abbandonati». Un mondo della scuola che, come ricordato un po’ da tutti, è fatto di migliaia di realtà diverse ma per certi versi anche similari tra loro. «Quando ci ritroviamo insieme si respira un’aria di comunità e di comunione di intenti». E ancora i temi legati ai momenti bui della storia delle eccellenze italiane nel discorso del Presidente Mattarella che ha sottolineato anche l’importanza di vivere la scuola come occasione di condivisione del dolore e di ripartenza con più forza e consapevolezza rispetto alle tragedie.

 

Ferridea

Questo sito utilizza cookie per migliorare l'esperienza per l'utente. Per ulteriori dettagli puoi consultare la pagina dedicata. Accetta Dettagli