Covid, trasporti e scuola, gli studenti: “Bus strapieni in barba al contagio. Basta silenzi”

Si sono dati appuntamento alle 7.45 di oggi, giovedì 21 gennaio, presso il Terminal bus di Termoli per vedere con i loro occhi la situazione. I rappresentanti d’Istituto delle scuole del basso Molise hanno voluto constatare personalmente quanto stava accadendo per quel che riguarda il delicato nodo dei trasporti scolastici durante la pandemia. “Non ci fermeremo qui nonostante il silenzio che abbiamo ricevuto in cambio. Speriamo ancora in un effettivo riscontro da parte di chi di dovere”. Proprio per questo gli studenti hanno sottoscritto una istanza indirizzata al presidente Toma e agli assessori Pallante e Di Baggio nella quale chiedono un incontro-confronto. “I mezzi del trasporto urbano sono quotidianamente stracolmi di studenti, tutto ciò in violazione delle fondamentali norme per il contrasto e il contenimento della diffusione del coronavirus. Gli studenti sono costretti a viaggiare con le uniche corse disponibili, di conseguenza si creano costantemente situazioni di assembramento che non garantiscono il dovuto distanziamento. Auspichiamo che questa nostra segnalazione venga presa urgentemente in seria considerazione, predisponendo e istituendo corse aggiuntive per il trasporto, affinché vengano rispettati gli standard di sicurezza. Riteniamo necessario anche l’aumento delle ore di didattica a distanza, con percentuale minima del 50%, al fine di ridurre il rischio di assembramenti all’interno e all’esterno degli istituti, facilitando il rispetto delle norme di sicurezza. Come è evidente il disagio non è circoscritto ad una sola scuola, ma è una problematica che accomuna gran parte degli studenti molisani. Chiediamo, pertanto, un incontro via piattaforma Meet o altro mezzo di comunicazione telematica il più tempestivamente possibile, anche in data 21 gennaio 2021 o entro la settimana corrente”.