Covid, pallavolo e ripartenza, Lucchetta a Termoli: “Riaprire le palestre nelle scuole”

Un appello alla Ministra Azzolina affinché riapra le palestre anche nelle scuole per rilanciare un movimento, quello del volley, che con il Covid ha subito una battuta di arresto. È questo uno dei motivi che ha spinto Lucky Lucchetta ad arrivare in Molise con il suo “Volley S3”, il tour che sta toccando tutte le regioni italiane. Una nuova idea con la quale Lucchetta vuole raccontare la pallavolo italiana del dopo pandemia assieme alla Federazione Italiana Pallavolo e allo storico partner Kinder Joy of Moving. Nelle tappe in giro per l’Italia Lucchetta racconterà le storie di pallavolo, di ragazzi e ragazze, di allenatori e addetti ai lavori che vivono la disciplina come pura passione. Una avventura che di fatto vuole riprendere il percorso intrapreso dalla FIPAV in collaborazione con Kinder su tutto il territorio nazionale dopo il brusco stop dettato dal Covid. L’obiettivo principale sarà quello di tornare a vivere i luoghi consueti della pallavolo dopo la pausa che ha visto Lucchetta insegnare in casa attraverso lo strumento dello Smart coach. Sopra le righe come nel suo stile, sempre pronto alla battuta e allo scherzo, Lucchetta è da sempre uno dei massimi rappresentanti della pallavolo prima di quella giocata facendo parte della cosiddetta Generazione dei Fenomeni e successivamente come commentatore dei match su Rai Sport e ideatore del cartone animato Spike It che ha contribuito ad avvicinare il mondo dei più piccoli al volley. A Termoli ha intervistato Emanuele Di Ielsi che attualmente gioca ad Ancona ed è nella Nazionale Italiana di Sitting Volley.