Covid, muore paziente trasferito. Florio: “Inasprite le misure di contenimento”

Non ce l’ha fatta Flaviano Iarocci, classe 1959, che qualche giorno fa era stato trasferito con la Cross all’ospedale Riuniti di Foggia per essere assistito a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni legate al Covid-19. L’annuncio è stato dato dal sindaco di Santa Croce di Magliano, Alberto Florio. L’uomo come detto era stato trasferito in terapia intensiva presso l’ospedale di Foggia qualche giorno fa ma i medici non hanno potuto fare nulla per salvargli la vita. È l’ennesima vittima del Covid che in basso Molise sta facendo ogni giorno più male. Ed è proprio per cercare di contenere ancora di più la curva del contagio che il primo cittadino ha deciso di inasprire ancora di più “le misure di contenimento, già pesanti. La linea che abbiamo scelto – ha affermato il primo cittadino – è quella della massima prudenza, e, “non senza sofferenza”, abbiamo optato per la sospensione in presenza delle lezioni di tutte le scuole presenti sul territorio, la chiusura del mercato settimanale e il divieto assoluto di asporto per pub, bar, ristoranti e pasticcerie. Tutte queste misure saranno efficaci fino al 7/Marzo prossimo, salvo ulteriori proroghe. Capiamo il disagio sociale ed economico che l’ulteriore inasprimento comporta, ma, di fronte al costante aumento dei contagi, non avevamo alternative: bisognava cercare di arginare, quanto più possibile, le occasioni di eventuali assembramenti, che possono determinarsi, nonostante i rigidi protocolli previsti. Domani , sabato 27 e dopodomani domenica 28 febbraio 2021 ripeteremo lo screening di massa gratuito con tamponi antigenici rapidi di ultima generazione , ad altissima specificita’ e sensibilita’ per “ cercare di essere un passo avanti al virus “. L’Amministrazione comunale ringrazia tutti i cittadini, soprattutto i più colpiti dai risvolti economici delle chiusure, per lo spirito di sacrificio dimostrato, in attesa delle vaccinazioni di massa, che segneranno la fine di questo incubo”.