Covid, Molise seconda regione in Italia per prevalenza di Omicron: è al 97,8%

Dietro solo alla Basilicata in cui la variante Sudafricana è al 100%. La media italiana è dell’80,75%.

La variante Omicron corre in Italia. Gli ultimi sequenziamenti dicono che la variante venuta dal Sudafrica Omicron è prevalente, con l’80,75% di incidenza nel campione sequenziato. Lo attesta la Flash survey, l’indagine condotta dall’Iss e dal ministero della Salute insieme ai laboratori regionali e alla Fondazione Bruno Kessler.

La situazione in Molise

In Molise, come già comunicato nei giorni scorsi, la variante Omicron è presente per il 97,8%. Nella nostra regione sono stati presi in esame 46 campioni, di questi in uno è stata riscontrata la variante Delta, mentre i 45 la Omicron: pertanto nel 97,8% dei campionati analizzati è stata riscontrata la Omicron, nel 2,2% la Delta.

Variabilità regionale dal 33,3% al 100%

In Italia, dunque, alla data del 3 gennaio, la variante Omicron era predominante, con una prevalenza stimata all’80,75%, con una variabilità regionale tra il 33,3% e il 100%, mentre la Delta era al 19,22% del campione esaminato.